Log in
NEWS
G7 Interni a Ischia, si punta a un'intesa contro il terrorismo su web Scuola, progetto con il Cern per 800 studenti: 24 andranno a Ginevra Sla, avviata la sperimentazione con una nuova biomolecola Bonifica Resit Giugliano, Galletti: Sarà completata a gennaio 2018 Roberto Race riceve la Honorary Membership dalla The Watson Society Silver Economy Award, incentivi per soluzioni Ict destinate agli anziani ZTL Radar, la nuova App amica degli automobilisti ZTL Radar, la nuova App amica degli automobilisti Ricerca, utilizzo del grafene per il fotovoltico del futuro Oncologia, Napoli esporta il modello Pascale in Cina Porto di Napoli, Del Rio: Presto un nuovo progetto ferroviario per la città Porti, nel 2018 Napoli e Salerno supereranno il milione e centomila crocieristi Zes Napoli-Salerno, Del Rio: Iter completato entro fine anno Porti, Del Rio: A Napoli possono arrivare 2 mln di container in più Waterfront, Del Rio: Da Napoli progetti di qualità Porto di Napoli, De Luca: Il progetto va concluso entro 14 mesi Fincantieri, De Luca e Del Rio: Un incontro con l'azienda per il futuro dei lavoratori Viaggi d’affari e sicurezza: come scegliere l’assicurazione giusta Giuseppe Vitagliano eletto presidente dell'Associazione nazionale Commercialisti di Arzano Tristano Dello Joio presidente del Parco regionale dei Monti Lattari Nicola Massimo è il nuovo ad della Asm di Molfetta Bus nella scarpata, ad Avellino la protesta dei familiari delle vittime Porto di Napoli, faccia a faccia De Luca-de Magistris Dhl e Gesac, a Capodichino nasce il nuovo polo logistico Marco Tardelli nell'organizzazione delle Universiadi di Napoli Consorzio di tutela Mozzarella Dop, a Caserta primo direttivo Assolatte fuori sede Teatro, il San Carlo inaugura la stagione dei concerti 2017 Davide Tizzano confermato nel board dei Giochi del Mediterraneo Madre, la vita di Pippa Bacca raccontata in un libro: oggi le presentazione Università di Benevento, nuovo laboratorio in autoimprenditorialità e creazione di impresa Gennaro Ciaramella nella giunta dell'Unione Nazionale Giovani Commercialisti Porto di Napoli, via al cantiere dragaggi per le grandi navi Napoli, controlli sugli scuolabus: sanzioni e sequestri per gli abusivi Minori non accompagnati, aumentano quelli in comunità: record in Sicilia, Lombardia e Campania Enrico Coscioni primario di Cardiochirurgia d'Elezione al Ruggi di Salerno

kimbo shop ildenaro 016

Sui sentieri degli dei, domani il concerto "I tre tenori": in scena la grande lirica

Musica leggera e le più belle arie della lirica "Sui sentieri degli dei" nel concerto I Tre Tenori con Fabio Andreotti, Ignacio Encinas e il talentuoso Piero Mazzocchetti, quest’ultimo autentico artista “crossover” che spazia sapientemente dal registro pop a quello lirico vendendo tantissimi dischi soprattutto all’estero. Ad accompagnare i tre cantanti martedì 8 la Grande Orchestra Sinfonica Chaikowsky diretta da Leonardo Quadrini. 
Ad Agerola Piero Mazzocchetti sarà insignito del Premio Francesco Cilea, prestigioso riconoscimento che viene conferito ad un ambasciatore della melodia italiana, anche e soprattutto, in ambito internazionale. 
Se è risaputo infatti che il belcanto italiano incanta da sempre le platee di mezzo mondo, tra i cantanti più famosi all’estero tiene alta la bandiera Piero Mazzocchetti, valoroso tenore abruzzese che prima di aggiudicarsi un terzo posto al Festival di Sanremo 2007, e quindi di farsi conoscere dal pubblico italiano con la canzone Schiavo d’amore, composta da Maurizio Fabrizio e Guido Morra, era già amatissimo e molto noto al pubblico straniero, soprattutto tedesco. 
La sua è una storia singolare, intrisa di talento e passione ma anche di umiltà e sacrificio, di pazienza e attesa. Appassionato di musica fin da piccolo, dopo gli studi di pianoforte e canto lirico e alcuni premi vinti a vari festival regionali, contro il volere dei genitori, a vent’anni accetta un contratto di pianobar in Germania, precisamente a Monaco di Baviera. Qui, nel locale dove suona e canta, sono ospiti abituali famosi calciatori come Karl-Heinz Rummenigge, Mario Basler, Franz Beckenbauer e qui il più importante dirigente tedesco di calcio Roger Wittmann, grandissimo appassionato di canzoni italiane, decide di credere nel suo giovane talento e lo scrittura diventando il suo primo manager. Mazzocchetti inizia così la sua ascesa in terra straniera incidendo il suo primo album intitolato L’eternità, disco d’oro nel 1999, a cui segue nel 2002 Parole nuove e nel 2004 Amore mio. Il successo è notevole: partecipazioni a programmi televisivi prestigiosi, concerti nei più grandi stadi tedeschi, duetti con famosi cantanti come José Carreras, Luciano Pavarotti, Andrea Bocelli, Al Bano, Milva. 
A chi gli chiede cosa vuol dire la definizione di artista “crossover” che gli viene attribuita, risponde: “In poche parole è un andare attraverso i generi e, nel mio caso, l’esperienza del piano bar mi ha consentito di arricchire la vocalità con l’intonazione e le sfumature della musica leggera. Sicuramente Andrea Bocelli del ‘crossover’ è l’interprete più affermato, ho poi avuto il privilegio di duettare con un grande artista come Jose Carreras, ma se devo riconoscere una paternità alla musica che faccio, in una battuta ‘siamo tutti figli di Pavarotti’. È stato il grande tenore emiliano ad affiancare per primo pop e opera, abbinando la sua voce di cantante lirico a quella dei grandi interpreti del rock”.
Oggi, dopo quasi vent’anni di consensi internazionali (in Canada e in Cina è acclamato come una vera e propria star) e tantissime soddisfazioni anche in Italia (tra cui un’accademia per giovani talenti, la Crossover Academy con sede a San Giovanni Teatino, che vede come “tutore artistico” Beppe Vessicchio, anche produttore artistico dell’ultimo disco Istanti, 2016), la storia di Mazzocchetti non si ferma, ma anzi continua ad arricchirsi di nuove esperienze come questo concerto che lo vedrà sul palco insieme ad altri due bravissimi tenori: il romano Fabio Andreotti e lo spagnolo Ignacio Encinas. 
Inserito nel 2012 tra i cantanti mondiali emergenti dalla rivista Opera Classic People, Andreotti è anche lui rappresentante dell’Italia nel mondo con una carriera ricca di esibizioni con maestri di fama mondiale e su palcoscenici importanti, tra cui quello di Mosca dove per timbro vocale è stato più volte paragonato sulla stampa a Luciano Pavarotti. Accattivante timbro latino, cantante dalla bella e potente voce che non risparmia e dà al pubblico tutto se stesso, un po’ come i tenori di una volta, anche lo spagnolo Ignacio Encinas di illustre scuola (Gianni Poggi e Gino Bechi) si è esibito nei più importanti teatri del mondo e ha lavorato al fianco di straordinari artisti, direttori e registi.