Log in
NEWS
BL è a mille, successo per il nuovo store di Claudia Catapano Penisola Sorrentina, riconoscimento speciale all’artista sannita Giuseppe Leone Totò, a New York un docufilm dedicato al principe della risata "Fantasy Day", quattro giorni di eventi a Villa Bruno Ettore Mocella riconfermato alla guida di Confartigianato Campania Confindustria Benevento, successo per "Visit Beneventum" al Ttg di Rimini Il mercato del gioco online: i trend del 2017 Forza Italia, abusivismo: al via l'"Home tour" per spiegare le ragioni del ddl Catastrofi naturali, Coviello (Cnr): Italia e Campania ad alto rischio Nuovi impianti eolici in Campania, il Tar conferma i provvedimenti della Regione Bozza di Bilancio, 100% di decontribuzione per i giovani assunti al Sud Coca-Cola leader mondiale di sostenibilità: a Marcianisce riciclato il 98% dei rifiuti di produzione Villa Tufarelli, domani aperi-dance con la performance di Alessandra Rimonti Teatro Gesualdo, l'Orchestra di Piazza Vittorio in concerto Avellino, ordinanza anti-smog: blocco auto in centro per tre domeniche "AzzurriAmo", taglio del nastro a Napoli per la nuova avventura editoriale Costa Crociere, progetto benefico per costruire una scuola in Colombia Italia-Madagascar, nuove opportunità per le Pmi italiane Linfociti "killer", nuova terapia genica contro il linfoma Bozza di Bilancio, contributo di 1,8 mln l'anno alla Fondazione Idis-Città della Scienza Festival Ville Vesuviane, il Miglio d'Oro tra storia e cultura "Totò Genio" in mostra al Museo di Roma Moneta elettronica o contante? Concorso di idee alla Federico II di Napoli Visite specialistiche: al Sud ci rinuncia un cittadino su 10 Salute, liste di attesa in aumento: maglia nera al Sud Vaccini e screening, promosse solo 5 Regioni. Campania al di sotto della soglia minima Anm, Filt Cgil: dal tavolo le indicazioni per una soluzione vera Commercialisti, convegno su Jobs act. Gribaudo: sgravi fiscali per lavoratori autonomi G7 Interni a Ischia, manifestanti in corteo nel centro di Napoli Kiton, nuovi negozi in Usa e Cina ma la produzione sempre qua Servizio civile, Inac e Cia Campania per i diritti dei più deboli G7 Interni a Ischia, si punta a un'intesa contro il terrorismo su web Scuola, progetto con il Cern per 800 studenti: 24 andranno a Ginevra Sla, avviata la sperimentazione con una nuova biomolecola Bonifica Resit Giugliano, Galletti: Sarà completata a gennaio 2018

kimbo shop ildenaro 016

Napoli Teatro Festival, Rigillo legge Spagnuolo: c’è voglia di poesia

  •  Fiorella Franchini
  • Pubblicato in Culture

NAPOLI TEATRO FESTIVAL

Mariano Rigillo legge Antonio Spagnuolo

C’è voglia di poesia

di Fiorella Franchini

Grande partecipazione al primo incontro della rassegna “Io e tu”, dieci appuntamenti dedicati alla parola poetica. La rassegna, curata da Silvio Parrella e inserita tra le manifestazioni del Napoli Teatro Festival, avrà come scenografia le splendide atmosfere di Villa Pignatelli. “ L’io che scava in se stesso, come volesse arrivare al centro della terra. Il tu che si cerca, sporgendosi verso l’altro” ed è uno scambio circolare di voci e suggestioni tra autori, lettori e pubblico. Nel primo incontro Mariano Rigillo legge Antonio Spagnuolo, poesie inedite tratte dal “Canzoniere dell’assenza”. L’autore, che ha pubblicato numerosi volumi, molti dei quali premiati, ed è inserito in diverse antologie, riprende il tema delle raccolte più recenti, quello della scomparsa della sua amatissima moglie e del rapporto mai interrotto con lei. La letteratura è ricca di “canzonieri di morte”, pensiamo a Birthday Letters di Ted Hughes, Tema dell’addio di Milo De Angelis, Elegies di Douglas Dunn, gli Xenia che Montale dedicò alla moglie scomparsa Drusilla Tanzi. Lo spazio testuale assume la doppia veste di appagamento sostitutivo del desiderio e di riparazione, luogo di elaborazione del lutto, e spazio mentale della ricollocazione dell’oggetto amato e perduto.

…L’orizzonte incide la tua assenza,

che aleggia timorosa indecisa

nell’eterna vendetta dell’infinito…

L’io del poeta affonda nel dolore della perdita, il tu si rivolge a Elena, non soltanto evocata ma presente con molti elementi fisici, l’amarezza dei silenzi, la dolcezza di un erotismo dolcemente sottinteso. Lo spazio narrativo articola la storia della persona amata in una continua tensione tra passato e presente, tra memoria privata e tracce oggettive, necessaria alla ricerca del senso e dell’accettazione. La parola si fa realtà, la realtà si fa parola, versi raffinati, cesellati come materia preziosa, che rendono tangibili emozioni e momenti, ricreano un mondo interiore e lo cristallizzano in ars poetica.

…Hai negli occhi il fulmine d’autunno,

impertinente e violento , quasi un gioco

che risplende innocente fra le ciglia

e ricama motivi dell’inganno…

Ora i ricordi sono scottanti, e l'angoscia si corrode nell'impossibilità di un ritorno” confessa Antonio Spagnuolo. Nessuna nostalgia ma un’immensa attesa d’amore in cui lo stile tiene sotto controllo l’ansia e il dolore evocando eros e pathos in un susseguirsi d’immagini, oggetti, simboli, sentimenti.   “Da notare – ha sottolineato Raffaello Piazza – che Spagnuolo, pur soffermandosi sempre sullo stesso argomento, realizza un repertorio di variazioni che sembra inesauribile”. L’interpretazione fascinosa di Mariano Rigillo si traduce in musicalità pura e passione erotica, e pare una lenta discesa di Orfeo verso l’Ade alla ricerca di Euridice. I versi ammansiscono sofferenze e inquietudini e l’ombra di lei appare nella mente degli spettatori, creando un’atmosfera di “atemporale magia” in cui è soave naufragare.

Il reading si è concluso con un omaggio a due voci a Luigi Compagnone, un ricordo dello scrittore partenopeo, dei tempi della Napoli poetica tra gli anni Sessanta e Ottanta e la lettura di una decina di poesie tratte dal volume "La giovinezza reale e l'irreale maturità" del 1981, una raccolta largamente autobiografica incentrata sul rapporto dell’autore con la città, il suo amore, il suo odio per una bellezza sfiorita e oltraggiata.

La parola poetica satura l’aria profumata del parco e una vertigine lambisce chi ascolta, attento a non perdere uno sguardo, una carezza che sfiori il cuore e la mente.  C’è tanta voglia di poesia.