n63

Log in
NEWS
Giubileo Sepe, l'omelia dell'Arcivescovo: Insieme contro il grave cancro della malavita PizzaUnesco, il sottosegretario De Filippo firma la petizione Sud, Boccia: Spopolamento? Occorre reagire per evitare che accada Sisma, la Pro Loco di Montecorvino Rovella dona una ludoteca a Cittareale Alitalia, Boccia: Una vicenda specchio del Paese Sindaci della Costiera Amalfitana in campo per piano traffico Napoli, da Polizia Municipale retata contro taxi abusivi Turismo, in Campania visite aumentate del 25% per Ponte Liberazione Antonino Di Maio nuovo procuratore di Trani Start-up, flop a Napoli per il nuovo registro online Musei, Franceschini: +28% di visitatori per il 25 aprile, boom in Campania Regione, A. Cesaro (Fi): Il ministro faccia chiarezza sulle Universiadi 2019 Dal caffè un aiuto contro il cancro alla prostata. Lo studio di Neuromed Energia, Reti transeuropee: bando da 800 milioni di euro Mobilità per disoccupati over 35: Reactivate, bando da 2,5 milioni Servizio civile nazionale, bando per 1.298 giovani Vincenzo Schiavo presidente interprovinciale di Confesercenti Napoli, Avellino e Benevento Napoli, genitori dei trapiantati cuore su tetto Monaldi Il premier Gentiloni con i lavoratori del Pastificio Rummo: Un esempio per il Sud e per tutto il Paese Napoli, è allarme per la movida violenta Maurizio Sarri vince il premio "Enzo Bearzot" Accattonaggio: un esercito di minori all’angolo delle strade Istituto studi filosofici, l'appello del figlio del fondatore Marotta ai giovani: Salvatelo (VIDEO) Lavoro, Centri per l' Impiego aperti sabato 29 aprile Gentiloni nel Sannio: Il lavoro una priorità ossessiva, preoccupazione per Alitalia “Storie di Napoli. Nei vicoli del tempo”, il nuovo libro. 30 ragazzi innamorati di Napoli raccontano la città con storie Pd, il governatore De Luca: Voto Renzi ma il programma cambi Tv, i 50 anni di Telenapoli, la prima emittente via cavo in Italia Gentiloni nel Sannio: Anche al Sud si può fare impresa di qualità Consulenti del Lavoro, domani al via a Napoli il 9° congresso nazionale Gentiloni nel Sannio, Scudieri (Adler): Proseguiamo sulla strada dell’innovazione Gentiloni nel Sannio, il sindaco di Airola: Data storica Unicredit, accordo con Cdp per le popolazioni colpite da eventi calamitosi Pagamenti, imprese campane in difficoltà: una su quattro paga alla scadenza Ict Skills Lab, parte la sfida del lavoro 4.0

kimbo shop ildenaro 016

Rovine contemporanee, la dolcezza di Berlino est secondo Jeanne Fredac

L’armadio verde è aperto e le tende rosse della camera sono tirate. Un piano troneggia al centro di una scena, in un scrigno ocra irreale, davanti ad un’aiuola ancora vuota. Le poltrone di un cinema sembrano aspettare gli spettatori. In questi luoghi dove gli essere umani sembrano essere assenti per un istante soltanto, i finestrini rotti lasciano entrare l’edera e la pittura forma delle bolle sul muro. Il tempo sembra essersi fermato, l’azione sospesa. È la vita, il passaggio del tempo e delle sue interazioni che questi veri e propri quadri mettono in scena nel nostro spirito. Metafora dolce e tragica del cataclisma che è l’oblio per le cose che ci circondano, ma anche per ognuno di noi.

“Rovine Contemporanee” ci conduce in un viaggio nella Germania dell'Est dimenticata. Jeanne Fredac, artista francese residente a Berlino, rivela la dolcezza in questi edifici abbandonati e queste fabbriche in disuso della vecchia RDT dopo la caduta del Muro. Dopo avere percorso le città della Germania dell’Est dal 2006 al 2015, la fotografa rovescia le idee preconcette con i suoi lavori di Rovine Contemporanee. 
Si tratta di una delle tre mostre (“Rovine Contemporanee 1 e 2” e “Cuba”) condivise tra gli Istituti di cultura di Napoli, l'Institut français, il Goethe-Institut e l'Instituto Cervantes che saranno aperte al pubblico fino al 24 marzo. 
La fotografa Jeanne Fredac partecipa al progetto di Residenze d'artista avviato da diversi anni dall'Institut français Napoli che ha già visto accogliere nel 2015 il regista Vincent Dieutre, nel 2016 Dolores Marat, nel 2017 lo scrittore Philippe Vilain. L'Institut français Napoli ospita nelle sue stanze gli artisti, che lavorano ad un progetto sul territorio napoletano.