n63

Log in
NEWS
Getra, Zigon e Cesaro presentano "Terra dei Valori": Patrimonio culturale e umano fondamentale per l'impresa Confindustria, Boccia: Al via una fase di confronto serrato con la politica Corecom, Zaccaria, Avviato percorso per le deleghe di seconda fase Giovanni Sannino eletto presidente della sezione Industria alimentare di Unione Industriali Napoli Vincenzo Napolitano confermato alla guida della sezione Utilities di Unione Industriali Napoli Vittime innocenti della camorra, il cardinale Sepe ricorda Annalisa Durante Governo, a Palazzo Chigi vertice tra Gentiloni e i governatori Pd, dati Youtrend: Renzi sbanca in Campania (83,7%) Rifiuti, cresce la raccolta di organico. Nord più virtuoso del Sud, ma la Campania è quarta tra le Regioni Sud 4.0: la nuova rivoluzione industriale parte dal Mezzogiorno El Cafè Bar, a Pomigliano d'Arco il primo caffè alla cannabis Corecom Campania, record di conciliazioni e iniziative per minori Università, a Tirana la quinta edizione di "Studiare in Italia" Vincenzo Schiavo nuovo presidente di Confesercenti Campania e Molise Addio voucher, l'allarme delle imprese: A rischio l'occupazione per 300mila persone Def, Boccia al Governo: La politica economica guardi alle imprese Pasta Chirico, il 31 la premiazione dei vincitori di Racconti di Grano Teatro Stabile, chiusura del Mercadante: il 3 aprile il cda per nuova struttura Cosap, 100 milioni per trasformare l'ex Peroni in un complesso polivalente Giorgio Starace nuovo ambasciatore a Tokyo Ue, Tremonti: Così il Sud è affidato a Bruxelles Napoli, il sindaco: Non pagheremo i debiti ingiusti del passato Medici Napoli, l'Ordine celebra gli iscritti da 50 anni Nuovo Piano paesaggistico, Campania divisa in 15 macroaree Felicita Delcogliano nuovo assessore a Istruzione e Mobilità a Benevento De Luca allo stadio per Salernitana-Ascoli Confindustria incontra il territorio, venerdì appuntamento a San Marco dei Cavoti Scuola, si avvicina la pausa di Pasqua: stop alle lezioni dal 13 al 18 aprile Voucher, Confesercenti: Occupazione a rischio in 1 impresa su 2 Busitalia, in arrivo 10 nuovi mezzi a Salerno Letteratura, presentato premio nazionale Amerigo delle Quattro Libertà Verdi, continua l'Open space a Roma: c'è anche De Magistris Banco di Napoli Intesa Sanpaolo, Monte di Pietà in vendita: dove nacque la lotta alla usura Disarmiamo l'ignoranza, mostra d'arte a San Giorgio Confindustria, l’impasto che serve all’Europa

kimbo shop ildenaro 016

Vieni a vivere a Napoli, il volto plurietnico della città nel lungometraggio presentato al Metropolitan

Nella foto Guido Lombardi, Andrea Cannavale, Valeria Della Rocca, Valerio Caprara, Nicola Grispello Nella foto Guido Lombardi, Andrea Cannavale, Valeria Della Rocca, Valerio Caprara, Nicola Grispello

di Maridì Vicedomini

”Vieni a vivere a Napoli”, il nuovo progetto della Run Film è stato presentato questa mattina, 20 marzo, al cinema Metropolitan di Napoli. Il lungometraggio proiettato lo scorso anno in anteprima al Bif&St Bari International Film Festival diretto da Felice Laudadio andrà in programmazione nelle sale cinematografiche a partire dal 23 marzo ed offre uno spaccato del volto plurietnico della città di Napoli, capace con la sua immensa generosità di accogliere benevolmente tutti i “cittadini del mondo” che per motivi gravi o futili abbandonano la loro terra d'origine per approdare in Italia al fine di ritrovare una nuova dimensione di vita.

Napoli “capitale del mondo”, metropoli di sane e proficue contaminazioni di più culture e più religioni è stato dunque il motivo ispiratore che ha spinto i due fratelli “figli d'arte” Alessandro ed Andrea Cannavale a produrre un film che rispecchiasse in maniera originale questa insolita e positiva realtà; non a caso i Cannavale hanno articolato il loro lungometraggio in tre episodi, ognuno dei quali è diretto da registi di grande rispetto come Edoardo De Angelis, Guido Lombardi, Francesco Prisco. Il cast, tutto partenopeo: Massimiliano Gallo, Gianfelice Imparato, Antonio Casagrande, Miriam Candurro, Giovanni Esposito.

Il primo episodio dal titolo “Nino e Yoyo firmato da Guido Lombardi vede in scena una donna napoletana Anna, che fa da balia ad un bimbo cinese; tutto va per il meglio fino a che Anna vince un concorso premio per un viaggio di una settimana. Poi è la volta di “Luba”, incentrato sulla figura di Luba Volkova che vanta un passato da star, girato da Francesco Prisco. A chiudere il cerchio il terzo episodio girato da Edoardo De Angelis, intitolato “Magnifico Shock” che narra le vicende di un cingalese di nome Amila Diggamaralalage Bagga Lankapira , appena assunto in un bar del centr ostorico di Napoli per esercitare un'attività di asporto nei vari uffici.

Il film, realizzato in collaborazione con Rai Cinema, distribuito da Europictures, ha il sostegno del Gala del Cinema e della fiction prodotto da Valeria della Rocca, direttore artistico Marco Spagnoli, che vanta al suo attivo già ben otto edizioni. “Il Gala del Cinema e della Fiction”, ha detto la Della Rocca, presente alla conferenza stampa accanto ad altri autorevoli esponenti di spicco del mondo della cinematografia come il professore Valerio Caprara, “è un festival che celebra i prodotti audiovisivi girati in Campania nell'anno precedente ed anche le imprese che sostengono l'attività cinematografica attraverso il product placement ed il tax credit. Il nostro Festival“,ha proseguito la Della Rocca, “rappresenta un'occasione d'incontro altamente qualificata nel mondo dell'audiovisivo, che ha visto, nel corso delle sue trascorse edizioni, premiare i lavori di giovani registi ed interpreti talentuosi agli albori del loro percorso artistico, cioè prima che acquistassero notorietà. Ci è sembrato quindi naturale sostenere l'uscita di “Vieni a vivere a Napoli”, un film, che sarà in concorso il prossimo ottobre, in occasione della IX edizione del Gala Cinema e Fiction”.

La commedia riprone con sottile ironia i due aspetti contrapposti di un unico tessuto sociale con da un lato l'esaltazione dei simboli che hanno reso celebre in maniera positiva l’immagine di Napoli nel mondo quali la pizza, il mandolino, il mare e Pulcinella, e dall'altro le piaghe nefaste che tuttora affliggono il nostro territorio, in primis la malavita e la camorra.