n63

Log in
NEWS
Napoli, genitori dei trapiantati cuore su tetto Monaldi Il premier Gentiloni con i lavoratori del Pastificio Rummo: Un esempio per il Sud e per tutto il Paese Napoli, è allarme per la movida violenta Maurizio Sarri vince il premio "Enzo Bearzot" Accattonaggio: un esercito di minori all’angolo delle strade Istituto studi filosofici, l'appello del figlio del fondatore Marotta ai giovani: Salvatelo (VIDEO) Lavoro, Centri per l' Impiego aperti sabato 29 aprile Gentiloni nel Sannio: Il lavoro una priorità ossessiva, preoccupazione per Alitalia “Storie di Napoli. Nei vicoli del tempo”, il nuovo libro. 30 ragazzi innamorati di Napoli raccontano la città con storie Pd, il governatore De Luca: Voto Renzi ma il programma cambi Tv, i 50 anni di Telenapoli, la prima emittente via cavo in Italia Gentiloni nel Sannio: Anche al Sud si può fare impresa di qualità Consulenti del Lavoro, domani al via a Napoli il 9° congresso nazionale Gentiloni nel Sannio, Scudieri (Adler): Proseguiamo sulla strada dell’innovazione Gentiloni nel Sannio, il sindaco di Airola: Data storica Unicredit, accordo con Cdp per le popolazioni colpite da eventi calamitosi Pagamenti, imprese campane in difficoltà: una su quattro paga alla scadenza Ict Skills Lab, parte la sfida del lavoro 4.0 3 cose da sapere per farti amico il Fisco! Fs, con Busitalia Fast nuovo servizio su gomma in 15 regioni "Totò che tragedia!" al Trianon tra amori e rivista Pmi, fallimenti ancora in calo: Campania terza per attività chiuse nel 2017 Lavoro, disoccupati protestano nella cattedrale di Napoli: chiedono la mediazione di Sepe Curia, Sepe: Chiesi al Papa di non nominarmi vescovo nel giorno del pesce d'aprile Gentiloni nel Sannio, terminata la tappa alla Adler: visita al Pastificio Rummo H&M, per Business of Fashion è tra i migliori datori di lavoro nella moda Case Museo vs Grandi Strutture la partita dell'emozione Industria, da Napoli parte la sfida della Confederazione Italiana per lo Sviluppo Economico Ipertensione e malattie cardiovascolari: esperti internazionali in congresso a Napoli Gruppo VeGè fa il bis: piattaforma e-commerce anche per Isa Riccardo Dalisi a Pompei, in Floridiana le suggestioni del mondo antico Lavoro, alleanze delle abilità: i progetti entro il 2 maggio Blind Vision, il mondo "percepito" di Annalaura di Luggo Arte e cultura, con Lottomatica stage per 50 giovani talenti Nusco apre le porte alla sicurezza

kimbo shop ildenaro 016

Vieni a vivere a Napoli, il volto plurietnico della città nel lungometraggio presentato al Metropolitan

Nella foto Guido Lombardi, Andrea Cannavale, Valeria Della Rocca, Valerio Caprara, Nicola Grispello Nella foto Guido Lombardi, Andrea Cannavale, Valeria Della Rocca, Valerio Caprara, Nicola Grispello

di Maridì Vicedomini

”Vieni a vivere a Napoli”, il nuovo progetto della Run Film è stato presentato questa mattina, 20 marzo, al cinema Metropolitan di Napoli. Il lungometraggio proiettato lo scorso anno in anteprima al Bif&St Bari International Film Festival diretto da Felice Laudadio andrà in programmazione nelle sale cinematografiche a partire dal 23 marzo ed offre uno spaccato del volto plurietnico della città di Napoli, capace con la sua immensa generosità di accogliere benevolmente tutti i “cittadini del mondo” che per motivi gravi o futili abbandonano la loro terra d'origine per approdare in Italia al fine di ritrovare una nuova dimensione di vita.

Napoli “capitale del mondo”, metropoli di sane e proficue contaminazioni di più culture e più religioni è stato dunque il motivo ispiratore che ha spinto i due fratelli “figli d'arte” Alessandro ed Andrea Cannavale a produrre un film che rispecchiasse in maniera originale questa insolita e positiva realtà; non a caso i Cannavale hanno articolato il loro lungometraggio in tre episodi, ognuno dei quali è diretto da registi di grande rispetto come Edoardo De Angelis, Guido Lombardi, Francesco Prisco. Il cast, tutto partenopeo: Massimiliano Gallo, Gianfelice Imparato, Antonio Casagrande, Miriam Candurro, Giovanni Esposito.

Il primo episodio dal titolo “Nino e Yoyo firmato da Guido Lombardi vede in scena una donna napoletana Anna, che fa da balia ad un bimbo cinese; tutto va per il meglio fino a che Anna vince un concorso premio per un viaggio di una settimana. Poi è la volta di “Luba”, incentrato sulla figura di Luba Volkova che vanta un passato da star, girato da Francesco Prisco. A chiudere il cerchio il terzo episodio girato da Edoardo De Angelis, intitolato “Magnifico Shock” che narra le vicende di un cingalese di nome Amila Diggamaralalage Bagga Lankapira , appena assunto in un bar del centr ostorico di Napoli per esercitare un'attività di asporto nei vari uffici.

Il film, realizzato in collaborazione con Rai Cinema, distribuito da Europictures, ha il sostegno del Gala del Cinema e della fiction prodotto da Valeria della Rocca, direttore artistico Marco Spagnoli, che vanta al suo attivo già ben otto edizioni. “Il Gala del Cinema e della Fiction”, ha detto la Della Rocca, presente alla conferenza stampa accanto ad altri autorevoli esponenti di spicco del mondo della cinematografia come il professore Valerio Caprara, “è un festival che celebra i prodotti audiovisivi girati in Campania nell'anno precedente ed anche le imprese che sostengono l'attività cinematografica attraverso il product placement ed il tax credit. Il nostro Festival“,ha proseguito la Della Rocca, “rappresenta un'occasione d'incontro altamente qualificata nel mondo dell'audiovisivo, che ha visto, nel corso delle sue trascorse edizioni, premiare i lavori di giovani registi ed interpreti talentuosi agli albori del loro percorso artistico, cioè prima che acquistassero notorietà. Ci è sembrato quindi naturale sostenere l'uscita di “Vieni a vivere a Napoli”, un film, che sarà in concorso il prossimo ottobre, in occasione della IX edizione del Gala Cinema e Fiction”.

La commedia riprone con sottile ironia i due aspetti contrapposti di un unico tessuto sociale con da un lato l'esaltazione dei simboli che hanno reso celebre in maniera positiva l’immagine di Napoli nel mondo quali la pizza, il mandolino, il mare e Pulcinella, e dall'altro le piaghe nefaste che tuttora affliggono il nostro territorio, in primis la malavita e la camorra.