Log in
NEWS
Scuola del gusto di Torrecuso, De Luca: Pil campano cresciuto grazie all'agricoltura Giappone, il sistema Italia al Tourism Expo 2017 Alimentare, De Luca: Nessuna disputa, la mozzarella è campana Scuola del gusto di Torrecuso, Del Basso De Caro: Facciamo cose concrete Regione, De Luca: A S. Agata dei Goti un polo oncologico d'eccellenza Puliamo il mondo, per il progetto di Legambiente chiusura sul Vesuvio Imbavagliati, dal festival del giornalismo civile l'appello per Giulio Regeni e Ilaria Alpi M5s, Fico: Di Maio non è il capo del Movimento Università, Verdi: invalidare il test di ingresso in Medicina La filosofia incontra il cinema in Floridiana Confagricoltura, confronto a Benevento sul caso cinghiali: passare dall'emergenza alla gestione ordinaria Salerno, De Luca a Minniti: Invii gli agenti dei corpi speciali Avvocati, prima vittoria del sannita Lizza nel ricorso del Corpo Forestale contro la legge Madia M5s, inizia l'era Di Maio: eletto candidato premier, sarà anche il leader del movimento Ap, Barone: in Campania pronti con qualunque sistema elettorale Sacrificio di Salvo D'Acquisto, i carabinieri commemorano il 74° anniversario Ambiente, Premio San Michele a "L' Oro di Capri" Enel avvia la produzione in Brasile dei due parchi solari più grandi del Sud America Piano ospedaliero e territorio, lunedì a Napoli il ministro Lorenzin Infezioni cutanee, la scoperta made in Italy: così l'organismo le combatte in due mosse Capodimonte, riaprono i prati della Reggia per le Giornate Europee del patrimonio Boom ecobonus: 2,8 milioni di italiani pronti a ristrutturare casa Napoli, via al Bilancio consolidato 2016: stop al divieto di assunzioni Baroque Park, a Villa Bruno viaggio nel mondo dei libri Treno storico Napoli-Pietrelcina, De Luca e Moretti al viaggio inaugurale: Mantenuti gli impegni Incendi, nasce la filiera della prevenzione Aib Confapi Napoli, Falco: serve un'Agenzia per lo sviluppo del Mezzogiorno Napoli, successo per gli Itinerari Unesco al Wtu di Siena Capri, referendum per il futuro di via Krupp: via alla raccolta firme Cooperazione interregionale, nuovo bando Ue da 60 milioni Forza Italia, entra l'ex Idv Di Nardo: Nessun tradimento, torno a casa Festival di Bari sulle buone pratiche delle città europee. C'è anche Napoli Ryanair cerca il riscatto. In inverno nuovi collegamenti Napoli-Malta Conti pubblici: così i derivati possono affossare il bilancio dello Stato Musica, parata di stelle a Roma per "Napoli nel Cuore"

kimbo shop ildenaro 016

Vieni a vivere a Napoli, party al Teatro Posillipo

di Maridì Vicedomini

Glamour e mondanità al Teatro Posillipo per il party esclusivo promosso da Andrea ed Alessandro Cannavale della Run Film inteso a festeggiare l'imminente uscita sul territorio nazionale del loro film “Vieni a vivere a Napoli”, prevista il prossimo 23 marzo. Il lungometraggio, proiettato in anteprima al "Bif&st, Bari International Film Festival" 2016, prodotto dalla Run Film in collaborazione con Rai Cinema e distribuito da Europictures, si articola in tre episodi, ognuno dei quali girato da tre registi diversi, Guido Lombardi, Edoardo De Angelis e Francesco Prisco, mirando ad esprimere attraverso la macchina da presa, il volto multietnico della città. Accanto ad un cast tutto partenopeo composto da Massimiliano Gallo, Gianfelice Imparato, Antonio Casagrande, Giovanni Esposito, figurano, come protagonisti dei tre episodi, tre attori, appartenenti ad etnie molto distanti quali Marco Li proveniente dalla Cina, Bagga Lankapira dallo Sri Lanka e Valentina Lapushova dall’Ucraina.

Alessandro Cannavale Edoardo de Angelis Miriam Candurro

Ed è proprio in linea con lo spirito del film che intende mettere in luce il volto nobile e generoso della città di Napoli, metropoli di accoglienza e di integrazione plurietnica, a dispetto di tanti tristi fenomeni di integralismo d'Europa e del mondo, che i fratelli Cannavale hanno organizzato un evento dai gusti ed i sapori dei paesi a cui gli stessi protagonisti del loro film sono legati da vincoli di cittadinanza e di nazionalità. La serata svoltasi venerdì 10 marzo ha visto in primis la partecipazione dei tre registi Edoardo De Angelis, Guido Lombardi, Francesco Prisco e di alcuni attori del cast tra cui, Giovanni Esposito e Miriam Candurro accanto a centinaia di invitati, esponenti del jet set partenopeo “amante della notte”. Come apertura, un welcome cocktail a base di prosecco ghiacciato e coloratissimi soft drinks, accompagnato da un ricco buffet con finger food: emulsione di pomodoro con scamorzina affumicata, mini crepes con cuore di marchigiana e fusione di parmigiano, trancetto di baccalà a bassa temperatura in crosta di agrumi su julienne di seppie con salsa di limone e polvere di nocciole, involtino di alice di cetara gratinato su battuto di olive, polpo scottato con vinegrette alla menta, flan di patate e cernia con colata di stracchino ed olio al basilico, montanarina con pachino, bufala in tempura, focaccine con datterino, gamberi rossi, provola affumicata, indivia croccante, tocchetti di parmigiana di melanzane. A seguire dinner buffet con risotto con acqua di pomodoro giallo, gamberi rossi, essence di bergamotto, curry, mostarda di pomodoro e limone candito, pasta e patata con schiuma di provola; particolarmente apprezzati i piatti confezionati dallo chef Alfonso Crisci, patron de “La Taverna Vesuviana” e dalla sua brigata, in onore dei tre Paesi esteri in pole position nel film quali “Vareny ky” (ravioli fritti o bolliti con carne, patate, cavoli o funghi) per l'Ucraina, Sri Lanka Fish cutlet ballas ( piccolo battuto di pesce confezionato in una polpettina impanata e fritta) per la nazione cingalese, Cha Iu Baau (paninetto morbido ripieno di maiale cotto al barbecue) per la Cina. Molto coinvolgente il live by Raoul&Swing Orchestra che ha coinvolto gli invitati in balli scatenati fino a notte inoltrata.

max b2022be6ada26c33898c8076746487ca