Log in
NEWS
Artriti croniche, ecco la nuova App per giovani pazienti Via al Reddito di inclusione: ecco come richiedere il sussidio Enpam, 30milioni di incentivi ai giovani medici per l'acquisto di un ambulatorio Regione, sostegno a investimenti nelle aziende agricole, Coldiretti chiede la proroga Cisl, Furlan: Oggi per la Campania scriviamo un nuovo libro Natale, Sos Confcommercio: rischio Napoli a luci spente Capodichino, cancellati 9 voli per la nebbia Regione, Cesaro (Fi): su Sma Bonavitacola assente, lavoratori a rischio 24Finance, acquisita Miafin M5S, consiglieri regionali si tagliano stipendi e donano attrezzature al Loreto Mare Doriana Buonavita eletta nuovo segretario della Cisl Campania Alis, Grimaldi: Realtà ormai riconosciuta a livello internazionale Unicredit, tour Champions League a Napoli: c'è anche Zola Blunauta inaugura una nuova boutique a Napoli Qatar, contratto da 9 mln di euro alla 3Ti Progetti per la Metro di Doha Clp, addetti sul piede di guerra: Nessun pagamento da settembre Atradius, studio su export e mercati di Asia e Pacifico: fatture pagate sempre in ritardo Ddl Falanga su sanatoria degli abusi edilizi in Campania torna alla Camera. Barricate del Wwf Groupon: I campani che vanno fuori a cena preferiscono le cucine giapponese e spagnola "Con gli occhi di Mario", al Maschio Angioino mostra fotografica dedicata a Berlinguer VelAccessibile, al via la campagna di crowdfunding con Meridonare per la velaterapia Inner Wheel, con Rivieccio per sorridere nel segno del sociale Russia-Ucraina, alta tensione Molestie sul lavoro, per combatterle le aziende avviano programmi di formazione Macedonia, da domani a Skopje appuntamento con il format del Giffoni Film Festival Psicologi, ecco la mappa degli iscritti all'Ordine in Campania Società Italiana di Oftalmologia Genetica, da domani il congresso nazionale a Napoli Tasse, indagine Cgia: ogni campano versa allo stato quasi 6mila euro l'anno Antico Setificio di San Leucio, speciale tour gastronomico con le tipicità casertane BabBarattolo, il dolce storico napoletano ora è in formato da viaggio Fca, a Pomigliano raccolta firme per far partire il nuovo piano industriale Libri, a Roma la presentazione della storia di Antonio Tessitore Cesare Moreno vince il Premio Napoli Cultura 2017 Confesercenti Salerno presenta un progetto sulle nuove strategie di vendita per i negozi di vicinato A Grazzanise le celebrazioni per i 50 anni del 9° Stormo dell'Aeronautica

kimbo shop ildenaro 016

Empatica e multitasking. Veronica Mazza: Sono a un giro di boa

di Maridì Vicedomini

Veronica Mazza, protagonista di successo al Teatro Sannazzaro di Napoli per lo spettacolo “27verticali” nella inusuale doppia veste di protagonista e co-autrice
 
Signora Mazza; ci parli di questa nuova mission teatrale.
“Il lavoro vuol essere un omaggio a tutte le donne, alle loro nevrosi, alla loro innata capacità di rimanere in equilibrio verticale rispetto a tutte le sfide che questo secolo richiede alla figura femminile. Si tratta di un testo inedito scritto a quattro mani da me e Lello Marangio mentre la regia è curata da Peppe Miale. Durante lo spettacolo, intervallato da piacevoli performance musicali by la swing band degli Spaghetti Brothers e la cantante italo brasiliana Italia Vogna, io racconto, attraverso un dialogo con il pubblico, i vari tipi di donne che popolano l’era moderna, in cui la figura della “mamma e casalinga” di antica concezione è stata sostituita dalla “donna multitasking”, super dinamica che sa abilmente orientarsi in più segmenti, da quello strettamente privato a quello lavorativo”
Veronica Mazza; come nasce la sua passione per lo spettacolo?
“Il mio mito per la recitazione nasce fin da piccola attraverso le commedie di Eduardo De Filippo per il teatro ed i film di Sofia Loren per il cinema. Ero giovanissima, quando ho scelto di fare questo mestiere ed ho proiettato tutta la mia vita per realizzare questo sogno. Mi sono iscritta all'Accademia teatrale del “Bellini”, ho fatto vari stage con Renato Carpentieri ed in uno di questi, precisamente a Villa Bruno, ad Ercolano, ho incontrato l'uomo della mia vita: Eduardo Tartaglia. A quell'epoca io ero un'aspirante attrice ed Eduardo aspirante autore e regista; tra noi c'è stato un immediato colpo di fulmine ed abbiamo costruito un nostro percorso artistico, immaginando di crescere professionalmente e di realizzare tanti lavori insieme”
“Divieto di sosta”; il vostro primo lavoro fu un esperimento riuscitissimo
“E’ vero; lo spettacolo con Peppino di Capri, protagonista, andato in scena al teatro “Diana” per ben due stagioni successive nel 2007 e nel 2008 è stato un vero successo. Questo live show costituì per me una grande opportunità per poter esternare la mia vena comica, grazie alla penna di Eduardo che aveva costruito sulla mia persona, un personaggio vulcanico, una sorta di “scheggia impazzita” tra il pubblico che preparasse in maniera esilarante gli spettatori ad ascoltare le canzoni della “leggenda” Peppino”
Eduardo Tartaglia; suo mentore e compagno di vita?
“Stiamo insieme da oltre 20 anni; il nostro è un rapporto basato su un grande amore, complicità, rispetto sia nel privato che nel lavoro. Eduardo ha sempre creduto nelle mie corde artistiche soprattutto comiche, creandomi dei personaggi su misura che valorizzassero questo mio talento naturale. Sul set lui è sempre molto equilibrato sereno, avendo una visione globale tipica della regia”
Attrice di cinema e di teatro; dove si sente maggiormente a suo agio?
“Io amo la scena in assoluto; non ho particolari preferenze, lavoro anche molto in Tv tra i protagonisti della fiction “Un posto al sole””
“Un Posto al Sole” compie oggi 20 anni il segreto del suo successo?
“Di certo Napoli, una città che rappresenta uno scenario ideale per raccontare storie del quotidiano nei suoi aspetti drammatici e comici”
Signora Mazza; come si autodefinisce?
“Una donna empatica, dotata di una spiccata positività alla vita, che mi porta ad affrontare anche con sana leggerezza qualunque tipo di avversità”
Progetti futuri?
“Da maggio 2017 partirà “Chi arde per amor si scotta e suda”, un testo divertentissimo scritto e diretto da Eduardo Tartaglia, già da noi rappresentato molti anni fa che ha l'intento di far capire al pubblico che cos'è la vera comicità in teatro, svelando quelli che sono i meccanismi teatrali della pura risata”
Si avvicina Natale; i suoi desideri?
“Sento che mi sta per accadere qualcosa di molto positivo, mi sento ad un “giro di boa”; avverto per un sesto senso che qualcosa avverrà “l'anno che verrà” ed io mi sto preparando”.