Log in

kimbo shop ildenaro 016

Una proposta di legge per i vini doc

L’immissione sul mercato di vini pregiati a prezzi eccessivamente bassi può essere giustificata solo se si sacrifica la qualità del prodotto. E' evidente che ciò penalizza fortemente quelle aziende che, invece, investono sulla qualità dei propri vini e, tra l'altro, imbottigliano nelle proprie zone di produzione. Questi i presupposti che hanno indotto Angelo Antonio D’Agostino, parlamentare irpino, a depositare una proposta di legge per tutelare i vini di grande pregio, tra cui quelli della provincia di Avellino, particolarmente apprezzati per l’altissima qualità. Con tale proposta si impone l’imbottigliamento nella zona di produzione delle uve, così come delimitate dai disciplinari. In occasione dell'inaugurazione del Padiglione Irpinia, al Vinitaly, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, alla presenza dell’ex presidente di Confindustria Avellino Sabino Basso, ha espressamente chiesto ai produttori di insistere nella ricerca dell'eccellenza per rendere i nostri vini ancora più competitivi sul mercato internazionale. E' il presupposto per incrementare l'esportazione in Usa e in Europa e per conquistare altri mercati, in particolare quello asiatico.