Log in

kimbo shop ildenaro 016

Definita la squadra di Jannotti Pecci Assegnate le deleghe ai componenti

Assegnate le deleghe a Palazzo Partanna. Si compone così la squadra di Governo di Confindustria Campania guidata dal presidente Costanzo Jannotti Pecci. E’ accaduto nel corso del consiglio di presidenza svolto a Napoli nel tardo pomeriggio di martedì 18 aprile.
Giuseppe Bruno, presidente degli industriali irpini, assume le deleghe ad ambiente, energia, ricerca e innovazione, il sannita Filippo Liverini quelle al credito e alla semplificazione. Al numero uno casertano Luigi Traettino viene assegnata la responsabilità di Europa e internazionalizzazione. Il presidente dell’Unione Industriali di Napoli, Ambrogio Prezioso si vede riconfermate le deleghe a programmazione comunitaria, infrastrutture e programmi di rigenerazione urbana. Andrea Prete, guida degli imprenditori salernitani, si occuperà di lavoro e relazioni industriali, Gennaro Vitale, presidente di Ance Campania, di industria delle costruzioni, Francesco Palumbo, presidente dei Giovani di Confindustria regionale, di Education e responsabilità sociale d'impresa. Infine a Renato Abate, numero uno di Piccola Industria sono state attribuite le deleghe a Delega Monitoraggio dei bandi regionali, Confidi, a Luca Moschini, vicepresidente dell'Unione partenopea, quelle ai progetti Industria 4.0 e Digital innovation hub.
La compagine è ora operativa e pronta a lavorare sui diversi fronti aperti in Campania. Intanto il presidente Costanzo Jannotti Pecci, commentando l'importante iniziativa del Presidente dell'Eav Umberto De Gregorio che ha garantito l’apertura della Circumvesuviana anche a Pasqua, dice: "Quanto accaduto in occasione delle festività pasquali, relativamente alla gestione dei trasporti regionali, è un segnale importante e va colto in tutto il suo significato".
Per turisti e utenti dell’Eav si è trattato di una piacevole novità rispetto al passato.
"Aver deciso di richiamare al loro senso di responsabilità i lavoratori e rimarcare il ruolo decisivo che il trasporto pubblico - dice Jannotti Pecci - riveste per l’immagine del nostro Territorio e per il rilancio dell'economia territoriale è un segnale più che importante, un cambio di rotta e di mentalità”. Per il presidente “è stata fornita risposta ad un numero straordinario di turisti che nei giorni di Pasqua hanno potuto soggiornare nella nostra regione senza subire disagi. Una scelta coraggiosa quella del Presidente De Gregorio che rimarca come anche le aziende pubbliche possono e devono essere considerate imprese a tutti gli effetti a servizio del cittadino”.