n63

Log in
NEWS
Camorra, Verdi: Per sconfiggerla serve una reazione dei cittadini Nuoto, festa al Grand Prix di Napoli per Federica Pellegrini San Vitaliano, veglia di preghiera di solidarietà ai lavoratori del salumificio Spiezia Pd, Simone Valiante: Si apra una riflessione vera sull'Industria Dl manovra, Boccia: Voucher? Il futuro dell'Italia non passa di qui Migranti, a Napoli la nave di Msf con 1500 persone Salerno, i Neri per caso chiudono"Porto di Parole": c'è anche De Luca Capri Watch. il marchio campano protagonista al Roland Garros con tre testimonial Cai, Napoli capitale della montagna: c'è l'assemblea nazionale Mann, flash mob per dire no alla sentenza del Tar Università di Salerno, occhialini 3D per il piano formativo in live surgery Napoli, il ministro Orlando a de Magistris: Noi attenti alla città Ariano International Film Festival, presentata a Cannes la V edizione Napoli, cambia la giunta. Il sindaco: non c'è giudizio politico Napoli, de Magistris: Governo garantisca più risorse Bcc Napoli, bilancio di solidità Matilda Cuomo e la formula magica del Mentoring Matilda Cuomo premia Boccia alla Camera di Commercio di Salerno Nei guai amministratore di società che trasporta dializzati Mostre, Pina Gagliardi a Capri dal 3 giugno Confindustria, Benevento Calcio tra le 10 imprese neoassociate citate da Boccia Mann, lettera degli intellettuali: Sentenza crea danno incalcolabile Napoli, il presidente della Commissione Trasparenza Palmieri: Rischio default Ex Isochimica, teste in aula: Amianto smontato anche in stazione Premio Morante Ragazzi, Floris super-vincitore Medicina, il ministro Fedeli a Salerno: Decreti per le scuole di specializzazione entro luglio Federico II, premi e concerti per compleanno dell'università Regione, si insedia Osservatorio su mercato del lavoro Crisi Anm e Ctp, De Luca scarica il Comune di Napoli Ga.Fi., nuova sede in Calabria Universiadi, Fi: Villaggio atleti su navi, cala il sipario per Bagnoli Fca, siglata l'intesa con la Regione per il centro ricerche di Pomigliano Napoli, il consiglio approva il rendiconto. Palma: Lascio per un incarico nazionale Camera di Commercio di Napoli, lunedì l'intesa con imprese cilene Salerno, Matilda Cuomo incontra sindaco Napoli e assessore De Luca

kimbo shop ildenaro 016

Dl manovra, Boccia: Voucher? Il futuro dell'Italia non passa di qui

 
"Forse la questione dei voucher è urgente per alcuni ma il futuro dell'Italia non passa di qui. Mi concentrerei su questioni più rilevanti, come è l'ipotesi di reperire i fondi per abbattere il cuneo fiscale". Così il leader di Confindustria, Vincenzo Boccia, in merito alle polemiche sui nuovi voucher. "Ho la sensazione - ha detto in un'intervista a La Stampa - che sul tema del lavoro occasionale si stia facendo una grande questione di principio, ma se facciamo tutti questioni di principio non andremo lontano". 
  • Pubblicato in Cronache

Migranti, a Napoli la nave di Msf con 1500 persone

 
E' arrivata nel porto di Napoli e sono iniziate le operazioni di sbarco dei 1449 immigrati che si trovavano a bordo della nave ong 'Vos Prudence' di Medici Senza Frontiere. La nave è stata fatta ormeggiare al molo Carmine e sono state predisposte tutte le attività logistiche per effettuare lo sbarco. Ancora non è stata resa nota la destinazione dei migranti raccolti da Msf e da motovedette della Guardia Costiera da ben dodici diversi barconi in appena 10 ore. Alle 21 di ieri, dopo l'allarme lanciato sull'assenza di generi di prima necessità a causa del sovraffollamento era stata fatta approdare a Palermo per essere prima di ieri sera,attorno alle 21, dopo l'allarme lanciato dai responsabili di Msf sull'assenza di generi di prima necessità a causa del sovraffollamento della nave - la capienza è di 600 persone - era stata fatta approdare a Palermo per essere rifornita di beni di prima necessità. A bordo 140 donne, 45 bambini, uno dei quali di appena una settimana e due cadaveri recuperati da un gommone. 
Procedono molto lentamente le operazioni di sbarco degli immigrati dalla nave di Medici Senza Frontiere nel porto di Napoli. Vengono fatti scendere a gruppi, fotoidentificati e successivamente indirizzati ai pullman che li porteranno nei centri di accoglienza individuati secondo il piano nazionale di riparto, con il coordinamento della Prefettura. Le procedure, anche a causa del numero molto elevato di migranti, richiederanno - come riferiscono fonti di Polizia - ancora parecchie ore. La nave Vos Prudence di Medici Senza Frontiere è arrivata nel porto di Napoli dopo tre giorni di navigazione con un lungo giro determinato dalla chiusura degli scali siciliani per effetto delle misure di sicurezza disposte per il G7. A bordo dell'imbarcazione ci sono, come ha riferito ai giornalisti Michele Trainiti, responsabile delle operazioni di soccorso in mare, 40 bambini con meno di 5 anni, cinque neonati e numerose donne incinte. Secondo quanto accertato dalla Polizia ci sono anche diversi casi di scabbia, Si tratta di migranti partiti dalla Libia. "Molti di loro - ha denunciato Trainiti - presentano fratture in varie parti del corpo, conseguenze del clima di violenza nel Paese. Un giovane che abbiamo soccorso era stato torturato per mesi. Lo abbiamo raccolto da un gommone e trasferito in ospedale a Lampedusa dove però purtroppo è morto. Ci sono tanti che avevano una famiglia e un lavoro ma che hanno preferito fuggire da una situazione terribile''. Trainiti ha evidenziato alla stampa anche come nelle operazioni di salvataggio, effettuate ininterrottamente su dodici barconi, dalle 7 del mattino alle 5 del pomeriggio non si sia vista in zona nessuna altra nave. "Dobbiamo ringraziare solo la Guardia Costiera. Dove era Frontex, dove erano quelli che ci hanno criticato?''.
  • Pubblicato in Cronache

Cai, Napoli capitale della montagna: c'è l'assemblea nazionale

 
L'Assemblea Nazionale del CAI, riunitasi per la prima volta a Napoli nei 154 anni della sua storia, è iniziata con un commovente ricordo di Valter Bucci, Davide Nunzio De Carolis, Mario Matrella e Andrea Pietrolungo, i volontari del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico deceduti lo scorso gennaio a Campo Felice nell'incidente all'elicottero del 118 avvenuto durante un'operazione di soccorso. Nella Sala Ciliberto del Polo Univrsitario di Monte Sant'Angelo circa 500 delegati di oltre 800 tra sezioni e sottosezioni, in rappresentanza di 311.140 soci, hanno discusso dell'impegno della storia associazione nella tutela e valorizzazione dell'ambiente montano. "La scelta di Napoli per l'Assemblea Nazionale del Club Alpino Italiano - dichiara Vincenzo Torti, presidente nazionale del CAI - è dettata all'importanza di un patrimonio ambientale unico come l'Appennino Centro Meridionale. Attraverso il progetto APE, Appennino Parco d'Europa, siamo impegnati in una forte sinergia con enti ed istituzioni internazionali per la valorizzazione in termini sociali, economici e turistici, delle montagne del Sud Italia. Un impegno, in particolare, per la tutela di questo ambiente contro il dissesto idrogeologico". Il progetto APE, valorizzando le località montane e preservandone la sostEnibilità, è anche un forte e preciso impegno per arginare lo spopolamento delle zone interne. "Non a caso - aggiunge Simone Merola, presidente della Sezione CAI di Napoli, che ha curato l'organizzazione dell'Assemblea - la recente Legge regionale della Campania sulla sentieristica e la viabilità montana, importante per l' accessibilità e la messa in sicurezza di queste aree, è stata promossa su iniziativa della sezione napoletana e dal Gruppo regionale del Club Alpino Italiano". In Campania ci sono otto sezioni del CAI: oltre quella di Napoli, istituita nel 1871, appena otto anni dopo la nascita del Club Alpino, Avellino, Benevento, Caserta, Salerno, Castellammare di Stabia, Piedimonte Matese e Cava dei Tirreni. Il totale del soci in Campania è di 2.200. 
  • Pubblicato in Cronache

Mann, flash mob per dire no alla sentenza del Tar

 
Flash mob fuori al Museo Archeologico Nazionale di Napoli a sostegno di Paolo Giulierini, già direttore del Mann e di tutti quelli revocati con la recente sentenza del Tar. A organizzarlo il consigliere regionale dei Verdi della Campania, Francesco Emilio Borrelli con quello comunale del Sole che Ride Marco Gaudini, la coordinatrice nazionale e quello regionale dei Verdi Fiorella Zabatta e Vincenzo Peretti nonché i rappresentanti del movimento dei 'Non Intellettuali' capeggiati da Gianni Simioli, Gino Sorbillo e Massimiliano Rosati del Gambrinus. "Non entriamo nel merito delle sentenze ma non si può permettere che i vecchi burocrati di sempre che hanno ridotto negli ultimi decenni i musei italiani in mausolei possano di nuovo prendere il sopravvento riportandoci ad anni bui e di inefficienza amministrativa e inconcludenza organizzativa. Siamo solo all'inizio di questa battaglia", dichiarano Borrelli e Zabatta.
  • Pubblicato in Culture

Napoli, cambia la giunta. Il sindaco: non c'è giudizio politico


Escono Salvatore Palma e Daniela Villani (quest'ultima resta come collaboratrice del sindaco di Napoli con la delega al mare insieme all'ex consigliera Simonetta Marino), entrano Maria D'Ambrosio dei Verdi, neo assessora ad Ambiente e Smart City e Alessandra Sardu con delega alla Trasparenza, Enrico Panini prende la delega al Bilancio. Cambia la giunta del Comune di Napoli.
"È una giornata importante per la vita della città, ci siamo consultati tanto e poi ho dovuto scegliere". Queste le parole del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante la presentazione del nuovo assetto a Palazzo San Giacomo. Il primo cittadino si assume tutta "la responsabilità delle scelte fatte: se sono positive, abbiamo fatto bene, se no ho sbagliato". Nel dare le motivazioni del rimpasto, de Magistris spiega: "Questa volta non c'è nessun giudizio di disvalore politico o amministrativo nei confronti di Salvatore Palma e Daniela Villani che lasciano la Giunta. In questo passaggio abbiamo provato ad individuare profili di persone che possono dare molto e che si rendano conto che sta crescendo un progetto politico che si deve condividere". "Mai legare l'amarezza alla poltrona, significa non condividere il progetto", afferma il numero uno di Palazzo San Giacomo, lanciando un amo a David Lebro e Vincenzo Solombrino. "La mia non è una svolta a sinistra, non ci stiamo restringendo ma ci stiamo allargando". "Spero", conclude, "possa rientrare la ferita politica con Lebro e Solombrino".

Bcc Napoli, bilancio di solidità


“Ottimi numeri e una radicata convinzione nel potenziale della nostra città, sono le caratteristiche dell’Assemblea della Banca di Credito Cooperativo di Napoli che ha approvato un bilancio che conferma la tendenza degli ultimi anni e che la vede tra le banche più affidabili, propositive ed efficienti. Un nuovo modello di BCC il nostro che, in armonia con la riforma del sistema del credito cooperativo, diventa una realtà di riferimento stabile per imprese e famiglie”, dichiara il presidente della BCC di Napoli Amedeo Manzo.
"L'importanza del credito cooperativo con la sua azione che prevede una stretta relazione tra etica ed economia rispecchia il nostro modo di ragionare costruendo un credito, una finanza diversa. E sono molto orgoglioso di avere inserito nuovi indicatori del benessere nel Def in questa direzione. Dovevo decidere se andare all'assemblea di Confindustria o qui ma ho preferito venire qui perché ci siamo occupati troppo in passato di chi ce l'aveva fatta mentre voi vi occupate molto di coloro che non ce l'hanno fatta". Lo ha dichiarato il ministro della Giustizia Andrea Orlando durante il suo intervento all'assemblea della Bcc di Napoli dove ha ricevuto il premio con il melograno simbolo del credito cooperativo dal presidente Amedeo Manzo.

Matilda Cuomo e la formula magica del Mentoring

Da Wikipedia. L'etimologia della parola mentore nasce dall'OdisseaMentore era l'amico fidato e consigliere di Ulisse, il quale, prima di partire per Troia, chiese a Mentore di prendersi cura di suo figlio Telemaco e di prepararlo a succedergli al trono. Nel corso del poema, la Dea Atena assume la forma di Mentore per guidare, proteggere e istruire Telemaco durante i suoi viaggi. In questo ruolo, Mentore (ed Atena) hanno la funzione di insegnante, di guardiano e di protettore, infondendo saggezza e fornendo consigli.

Dunque il mentore è qualcosa che assomiglia al vecchio maestro, di vita e nel lavoro. Qualcuno che abbia voglia e capacità di condividere le proprie competenze e le proprie esperienze con qualcuno più giovane che meriti di essere guidato e consigliato. Ci vuole stoffa nel fare il mentore e ci vuole stoffa per essere scelto come mentee, cioè come allievo, come altra parte della relazione speciale che si viene a creare tra due persone che danno e ricevono reciprocamente in uno scambio che alla fine fa crescere entrambe.

Molto diffuso in comunità dov’è sentito il dovere del give back, del restituire in qualche modo il bene che si è ricevuto, il mentoring comincia a diffondersi anche in Italia dove la figura del maestro è stata sistematicamente demolita praticando una frattura tra generazioni molto preoccupante. Il risultato si riverbera nei rapporti sociali e l’ingratitudine è il sentimento che meglio descrive la situazione. Chi fa carriera, chi ha successo, chi arriva in alto, difficilmente riconosce il ruolo di chi gli ha dato un conforto lungo il percorso.

Anzi, accadde l’esatto contrario. E troppo spesso chi ci ha favoriti diventa il nostro principale nemico. Il simbolo da abbattere perché ci ricorda che abbiamo un debito morale e che se siamo arrivati dove ci troviamo è anche perché qualcuno ha creduto in noi e su di noi ha scommesso. Qui, certo, si potrebbe aprire una partentesi lunga e dolorosa sulla qualità di chi sceglie e di chi è scelto perché è chiaro che il meccanismo funziona quando scatta tra soggetti di valore e senza infrangere nessuna regola di legge e della convivenza civile.

Comunque sia, una società dove chi ha accumulato abilità e sapienza si prende cura di chi si trova a muovere i primi passi senza bussola correndo il rischio (che si trasforma spesso in realtà) di perdersi, è una società migliore. Che promette di progredire più rapidamente in un ambiente caratterizzato da coesione e fiducia. Una società che tende ad accogliere invece che respingere. E che può accettare con consapevolezza le sfide della modernità per diventare più competitiva e creare ricchezza a beneficio di imprese e famiglie.

Tra le più convinte sostenitrici del Mentoring come metodo per cambiare il mondo, Matilda Raffa Cuomo – moglie dell’indimenticabile governatore dello Stato di New York Mario e madre dell’attuale governatore Andrew – è in questi giorni in Italia per diffondere la pratica che nel suo caso si applica alla lotta verso la dispersione scolastica, il bullismo e tutte le devianze che possono riguardare le nuove generazioni. E per ricordare che non vale l’adagio napoletano su chi ha avuto ha avuto e chi ha dato ha dato ma che dobbiamo imparare a riconoscere che chi ha avuto deve a sua volta dare.

Matilda Cuomo premia Boccia alla Camera di Commercio di Salerno


La giornata salernitana di Matilda Cuomo, la mamma dell'attuale governatore dello Stato americano di New York (Andrew) e moglie dell'indimenticato Mario, si conclude con l'evento organizzato ieri sera presso la Camera di Commercio. La fondatrice di Mentoring Usa-Italia ha presentato la nuova edizione del libro dal titolo "The person who changed my life" (scritto con Hillary Clinton), poi i relatori hanno raccontato in pochi minuti la loro vita professionale e le figure dei rispettivi mentori. Presenti, e premiati, Vincenzo Boccia (presidente di Confindustria), Susanna Moccia (vice presidente nazionale Giovani Imprenditori di Confindustria), Pino Bruno (presidente Confindustria Avellino), Andrea Prete (presidente Camera di Commercio di Salerno), Lello Esposito (artista), Bruno Venturini (tenore). I premi sono stati realizzati da Pier Francesco Mastroberti.

Matilda Cuomo premia Boccia alla Camera di Commercio di Salerno
  • Pubblicato in Cronache
Sottoscrivi questo feed RSS