Log in
NEWS
Bagnoli, nuova convocazione per la Cabina di regia: riunione il 4 agosto Torre Annunziata, nominata la nuova Giunta: vicesindaco Gaetano Veltro San Giovanni Bosco, nuova denuncia dei Verdi: pronto soccorso infestato dalle blatte Nuovo look per il Teatro Bracco: cult della tradizione e pièce nazionali Tra siccità e rete "colabrodo": la mappa dell'emergenza idrica in Campania Federterme, vertice a Roma per il rilancio di Castellamare di Stabia Camera di Commercio di Salerno, presentato il piano Trasparenza e Anticorruzione Ctp, via libera a ricapitalizzazione da 12 mln Alberghi, record di strutture all'asta. In Campania sono 13 Credito alle Pmi, Liverini: Benevento tra le prime provincie in Italia Bagnoli, la cabina di regia potrebbe slittare ad agosto Trenitalia lancia la card per visitare i musei Project managment, 5mila € alle migliori tesi di laurea Trasporti, Di Scala convoca in Commissione regionale le Compagnie di navigazione Umberto Vitiello nuovo presidente del Gruppo Giovani Acen Alberghi all'asta: impennata al Nord, in Campania cessioni dimezzate Giovani ricercatori, premi fino a 10mila € Opere incompiute, sprint della Campania Cise, battesimo ufficiale. Campania è Hub dello sviluppo Accordi di programma, domani la firma tra Governo e Campania Consiglio regionale approva documento di bilancio Confindustria, nasce “Campania digital Innovation Hub" Medici, c'è tempo fino al 28 luglio per recuperare Irap non dovuta Musica popolare, torna a Vallo della Lucania FestMed Imprese, +36 mila tra aprile e giugno: il bilancio migliore in Campania (+5.807) Ravello Festival, gran finale della danza con Les Italiens de l’Opéra de Paris Cartoniadi Isole Minori, domande entro il 31 luglio: in palio 15mila euro Italia-Usa, il 23 settembre Gala della Camera di commercio di Chicago Spesa pubblica pro-capite: primato alla Valle d'Aosta, Campania nelle ultime posizioni Klasse14, orologi made in Naples per il mercato giapponese Oasi Astroni, 60% dell'area distrutta da fiamme In consiglio regionale via libera a Ddl Semplificazione Caserta, appalti truccati all'ospedale Sant'Anna: 7 arresti Johnny Take Uè, così la pizza che si inforna nel container "Scatta l'impresa": via al contest per promuovere il microcredito

kimbo shop ildenaro 016

Borse euforiche, il banchiere Macron rassicura i mercati

 

Le principali Borse europee hanno aperto la prima seduta della settimana in forte rialzo dopo l'esito del primo turno delle elezioni presidenziali in Francia. A Parigi il Cac40 segna un brillante +4.23%, seguito da Piazza Affari a Milano dove il principale indice segna +3.87%. Positivo anche il Dax30 di Francoforte +2.73%, e il Ftse100 di Londra l'1,78% e l’Ibex di Madrid +3.25%.

Forti acquisti in particolare sul comparto bancario. Emmanuel Macron è un ex banchiere in Rothschild. A Piaza Affari l'indice Ftse Italia Banche segna +6,7% trainato da UniCredit (+8,6%), UBI Banca (+7,3%), Banco BPM (+6,1%), Intesa Sanpaolo (+6,1%).

L'ex ministro delle Finanze Emmanuel Macron ha ottenuto il 23,9% dei voti contro il 21,5% dell'antieuropeista Marine Le Pen. I due si sfideranno al ballottaggio il prossimo 7 maggio. Al primo turno hanno votato il 78,23% dei francesi aventi diritto.

Sul fronte delle valute, particolare attenzione, la notte scorsa notte, è stata rivolta dai traders all’euro, che ha aperto con un gap di 180 pips contro il dollaro, balzando da 1.0412, ultima chiusura di venerdì sera, a 1.0918. Gap che, con ogni probabilità è destinato a chiudersi. Intanto, la quotazione di EurUsd ha leggermente ritracciato e si muove in area 1.0865.

BORSE ASIATICHE

Avvio d'ottava in positivo in Asia, con l'euro affacciatosi momentaneamente sui massimi degli ultimi cinque mesi. La vittoria al primo turno delle presidenziali francesi del candidato centrista Emmanuel Macron è stata accolta più che positivamente dai mercati. Una nuova Brexit sembra scongiurata ma i mercati cinesi continuano a muoversi separatamente dal gruppo. Il sell-off torna a colpire Shanghai e Shenzhen sempre su timori di una stretta regolatoria da parte di Pechino. 
Shanghai Shenzhen Csi 300 perde l'1,37%.

Non abbastanza, però, da spingere in negativo l'indice Msci Asia-Pacific, Giappone escluso, che guadagna invece lo 0,20% circa.

A Tokyo, complice il deprezzamento dello 0,90% dello yen sul dollaro, il Nikkei 225 chiude invece con un balzo dell'1,37% (più limitato il guadagno dell'indice più ampio Topix, apprezzatosi comunque di un netto 0,98%).

Sul fronte delle materie prime, l'oro è in declino di circa lo 0,70% contro il guadagno dello 0,50% del petrolio (crollato del 7% la scorsa ottava), che sostiene i titoli del settore a Sydney. Male invece i minerari ma l'S&P/ASX 200 chiude a  +0.26%.

Performance simile anche per il Kospi di Seoul e per l'Hang Seng di Hong Kong che chiudono rispettivamente con +0.40% e -0.06%.

BORSA USA

La Borsa di New York venerdì scorso ha chiuso l'ultima seduta della settimana in calo. Il Dow Jones ha perso lo 0,15%, l'S&P 500 lo 0,3% e il Nasdaq Composite lo 0,11%.

I DATI MACRO

 

Italia: Fitch taglia il rating a "BBB"

L'agenzia Fitch ha tagliato il rating dell'Italia a "BBB" da "BBB+". L'outlook è "stabile".

Gran Bretagna: prezzi delle case crescono del 2,2%

Secondo il più recente sondaggio realizzato da Rightmove, sito specializzato sul settore immobiliare, in aprile i prezzi medi delle case sono cresciuti dell'1,1% mensile in Gran Bretagna, in ulteriore rallentamento rispetto al l'1,3% di marzo (2,0% in febbraio). Su base annuale il progresso è stato del 2,2% in lieve frenata rispetto al 2,3% registrato sia in febbraio che in marzo (3,2% in gennaio).

Giappone: in marzo vendite supermarket calano dell'1,9%

Secondo i dati diffusi dalla nipponica Chain Stores Association, in marzo le vendite nei supermarket del Giappone sono calate su base annuale dell'1,9% dopo la flessione del 3,4% registrata in febbraio. Su base rettificata per numero di punti vendita il declino è stato dell'1,8% contro quello del 3,3% del mese precedente. In crescita invece del 9,4% su base mensile (in febbraio le vendite erano calate del 13,1% rispetto a gennaio).

Giappone: indice anticipatore rivisto al rialzo a 104,8 punti

Secondo quanto comunicato dall'Ufficio di Gabinetto nipponico, la lettura finale relativa a febbraio dell'indice anticipatore del Giappone segna un marginale progresso a 104,8 punti (dato rivisto al rialzo dai 104,4 punti comunicati in precedenza), dai 104,7 punti di gennaio (lettura, quest'ultima, che è invece stata peggiorata da 104,9 punti), tornando ai livelli di dicembre (102,6 in novembre), i più elevati dai 106,1 punti registrati nel giugno 2015. L'indice di coincidenza, che sintetizza lo stato attuale dell'economia, è invece cresciuto a 115,3 punti (lettura rivista al ribasso da 115,5 punti), contro i 113,3 punti di gennaio (originariamente 115,1 punti).

IL CALENDARIO DI OGGI
Lunedì 24 Aprile 2017

14:30 USA Indice Chicago Fed mar;
16:30 USA Indice Dallas Fed apr.