Log in
NEWS
Nicola Caputo (Pd): Archiviate tutte le indagini a mio carico Alilauro, torna Batò Naples Ciro a Mergellina, querelle col Comune: dipendenti in protesta Assoagenti, visita all'Interporto Sud Europa: Risposte immediate al mercato merci Centro Democratico, c'è Bersani: Basta personalismi, non lasciamo campo alla destra Anm, possibili disagi per stasera Gepin, lunedì al Mise ultima chiamata per i lavoratori Pd, Bassolino: Partito è solo la parte più grande del centrosinistra Confapi, Marrone: 100 mln dalla Regione per le bonifiche, bene così Trasporto locale, lunedì sit in dell'Usb in Prefettura Turismo, da oggi tassa di soggiorno anche su affitti Estate 2017: 7 mln di visitatori negli agriturismo Siccità, ministro Galletti: Investiremo sui bacini idrografici Pil pro capite, Campania perde oltre il 5% dal 2007 Musei, nel 2018 a Napoli apre quello dedicato a Darwin e Dohrn Scoperto dal Tigem meccanismo che regola la crescita dei tumori Crescita, buone notizie dal territorio Ambasciata del Kosovo a caccia di investitori campani nel settore eolico La diplomazia Usa riporta a Napoli la statua di Zeus Winckelmann al Mann: la star è il Cavallo Mazzocchi Gruppo Onorato rafforza la flotta con la Superfast Baleares Bonifiche in Campania, in arrivo 100 milioni Garanzia Giovani, a 509 mila giovani proposta almeno una misura Asi, ecco la rete campana: più servizi e meno burocrazia Torre del Greco, domani il Green Day: laboratori su energie Pil a +2,4%, De Luca: Campania prima regione per crescita Imprese, nel Mezzogiorno una su 4 è donna Lepore sui dati del Pil campano: Siamo alla svolta Nel fine settimana visite didattiche a Cappella San Severo e Madre Napoli, è pronto il progetto di trasformazione dell'ex base Nato Premio Biagio Agnes da oggi a Sorrento Eastwest e Europeye portano a Napoli il Digital Challenge Adler Pelzer Group, nuovo sito a Bratislava: previsto un fatturato annuo di 47 milioni Rc auto, Codacons: Prezzi ancora alti, divario Nord-Sud abnorme Festival Ville Vesuviane, sabato al via nella dimora del Leopardi

kimbo shop ildenaro 016

Trump si concilia con la Cina e la Yellen

 

Contrordine, compagni, si torna indietro. La realpolitik è cosa diversa dalle belle intenzioni e prima o poi bisogna prenderne atto. Meglio prima, ovviamente. La lezione l’ha imparata presto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che con un’intervista al Wall Street Journal, ieri si è rimangiato molte delle cose dette nei giorni scorsi o in campagna elettore.

Sarà anche per l’esposizione maldigerita in capo internazionale con l’attacco alla Siria, il conseguente freddo con Mosca, le minacce alla Corea del Nord, ma pensare di tenere aperto anche un fronte con la Cina sarebbe stato davvero troppo anche per un tipo come Trump. E, dunque, è proprio nei confronti della Cina che si il tycoon ha cominciato a fare marcia indietro. Per Trump, infatti, la Cina non manipola più la sua valuta. In proposito al WSJ il presidente ha detto parole chiare: la sua amministrazione non etichetterà l’economia cinese come manipolatrice di valuta. L’accusa, come si ricorderà, fu fatta in campagna elettorale e ribadita appena qualche mese fa.

Di più. Il presidente degli Stati Uniti è arrivato finanche a dire che  è sua la colpa dell’attuale forza del dollaro: “Credo che il nostro dollaro stia diventando troppo forte, e in parte è colpa mia perché la gente ha fiducia in me”, ha dichiarato al WSJ. “Un dollaro forte porta a dei benefici – ha argomentato – ma potrebbe finire per danneggiare l’economia degli Stati Uniti” - ha infine ammesso.

E non è tutto. L’inquilino della Casa Bianca ha anche lasciato aperta la possibilità di ri-nominare Janet Yellen alla guida della Federal Reserve, cancellando così, con un colpo di spugna, tutte le critiche mossele precedentemente e, soprattutto, contro la politica dei bassi tassi di interesse da lei tenacemente praticata. Politica monetaria che ha svantaggiato i risparmiatori – aveva tuonato in campagna elettorale – e che per questo motivo sicuramente non avrebbe confermato la nomina da presidente della Fed per un secondo mandato di quattro anni, una volta giunta alla scadenza fissata a febbraio 2018.

Dunque, la seconda e in qualche modo anche più significativa svolta. È “molto, molto difficile competere quando si dispone di un dollaro forte e altri paesi stanno svalutando la loro moneta", ha dichiarato Trump al WSJ. E ha aggiunto che apprezza “una politica dei tassi bassi di interesse” e “rispetta” il presidente della Fed. Una frase che, appunto, ha autorizzato gli analisti a ritenere possibile una riconferma di Janet Yellen alla guida della Fed. Ma, soprattutto, che introduce nuovamente un elemento di incertezza sul timing degli aumenti già previsti.

IL CALENDARIO DI OGGI
Giovedì 13 aprile 2017

14:30 USA Richieste settimanali sussidi disoccupazione;

14:30 USA Indice prezzi alla produzione mar;

16:00 USA Indice fiducia consumatori (Univ. Michigan) preliminare apr.