Smart News

Agropoli, turismo sostenibile Patto con la Soprintendenza

Zone di sosta gratuita e nuovi servizi per residenti e visitatori. Agropoli, Comune in provincia di Salerno, investe sul turismo sostenibile: prosegue il lavoro di riqualificazione del centro storico e della rete culturale della città da parte dell’Amministrazione guidata dal sindaco Franco Alfieri con la firma di un accordo di valorizzazione dell’area limitrofa al castello Angioino-Aragonese. L’intesa siglata con la Soprintendenza ai Beni archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta prevede l’affido temporaneo di un’area di proprietà del Mibac al Comune di Agropoli che, nelle more di attuazione del protocollo d’intesa per l’avvio degli scavi nell’area, dovrà curarne la pulizia, la manutenzione e potrà utilizzarla come zona di sosta gratuita a servizio dei cittadini. “Fin dal mio primo mandato – spiega il primo cittadino - è stato avviato un confronto costante con il ministero per i Beni e le Attività culturali che ha permesso di promuovere e sviluppare iniziative di altissima qualità per una fruizione turistica sostenibile di tutti i nostri beni culturali e paesaggistici”. Questo nuovo tassello , assicura Alfieri, “consentirà di liberare dalle auto il fossato del castello e di fornire a residenti e visitatori del centro storico un nuovo spazio per la sosta. Come sempre accade in questi casi, sarà garantita la massima tutela perché l’accordo siglato con Adele Campanelli, soprintedente archeologo di Salerno, non prevede alcuna struttura né movimenti terra e anche l’illuminazione sarà garantita senza intaccare in alcun modo il terreno che è stato prelato dallo Stato per la presenza di importanti resti”.