Governo

Campania, no al polo d’eccellenza: soldi dirottati su cinque progetti

I soldi per il polo universitario di eccellenza in Campania non ci sono più. O meglio, sono stati dirottati, con decisione del comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe), verso cinque progetti ritenuti evidentemente di maggiore urgenza. I 50 milioni di euro recuperati vengono destinati dal Governo alla realizzazione della facoltà di medicina nel quartiere di Scampia a Napoli (20 milioni di euro), all’ampliamento degli interventi previsti dall’università Federico II nell’area di San Giovanni a Teduccio (15 milioni), al rafforzamento dei progetti presentati dall’ateneo di Salerno (8,5 milioni), al sostegno nei confronti dell’università L’Orientale di Napoli (3,5 milioni di euro) e all’ulteriore finanziamento in favore della Seconda Università di Napoli per il progetto di ampliamento del complesso di viale Ellittico.