Log in
NEWS
Gioco d'azzardo, Tar del Lazio blocca il piano della Campania Falso in bilancio, indagati sindaco Foti e 12 amministratori Istituto Falcone di Pozzuoli unica scuola del Sud al G7 dei ministri dell'Agricoltura Ucina e Ice portano le aziende nautiche alla Fiera di Fort Lauderdale negli Usa Cardiologia, massimi esperti si confrontano a Napoli Terzo settore, finanziamenti agevolati: domande dal 7 novembre Startup Booster 2018, nuovo bando per Pmi e spinoff hi-tech Impact Connected Car: fino a 60mila euro a fondo perduto per 60 Pmi Agroalimentare campano in Mostra a Gustus, via al bando per le Pmi: domande entro il 31 ottobre Dai giovani alle imprese: ecco la Manovra del Governo per il Sud Zone economiche speciali, De Vincenti: Campania molto avanti nelle proposte Fondazione Idis, Cgil: Regione assente, salta L'incontro Anm, De Luca: Regione darà 58 mln per i prepensionamenti De Luca su codice Anticorruzione: E' una vergogna Porto di Salerno, Gallozzi: Preoccupati dal blocco delle opere Unione Industriali di Napoli, lunedì la presentazione della partnership con Elite Mediterraneo, Rapporto Srm: crescono i Paesi dell'area Mena, nuove opportunità per le Pmi del Sud Il “guastatore” e l'instabilità del sistema di potere L'importanza di un'Europa unita dall'industria E-Distribuzione porta la rete elettrica hi-tech in provincia di Avellino Carceri, il Garante dei detenuti: In Campania mancano 400 agenti L'apertura culturale dell'innovazione aperta Cpl, convenzioni con Consip per la fornitura di energia a Campania e Lazio Intimissimi sbarca negli Usa: primo store a New York Dario Oropallo rappresentante del Comune nella Fondazione Banco Napoli Confindustria, Boccia: Uniti con i nostri colleghi tedeschi nel chiedere politiche di sviluppo L'ambasciatore giapponese sui piani di Hitachi Rail, interesse crescente per la Campania All'ambasciata spagnola di Roma il punto sul conflitto con la Catalogna Real Sito di Carditello, accordo con il Touring Club per la promozione della Reggia Busitalia si rinnova: da oggi 24 nuovi mezzi per la flotta di Salerno Anm, accordo raggiunto "con riserva" dei sindacati Suor Orsola Benincasa, oltre 700 partecipanti alla prima edizione dei Job Days Campi Flegrei, individuata la “zona calda” che causò i terremoti degli anni Ottanta BL è a mille, successo per il nuovo store di Claudia Catapano Penisola Sorrentina, riconoscimento speciale all’artista sannita Giuseppe Leone

kimbo shop ildenaro 016

Export, Campania prima regione del Sud: affari per 10 mld

La Campania è la prima regione esportatrice del Mezzogiorno e la nona a livello nazionale con 10 miliardi di beni esportati, pari al 2,4 per cento del totale dell'export italiano e mostra un tasso di crescita di circa il 3 per cento nel 2016 e del 2,3 per cento nei primi sei mesi del 2017. Sono i dati che emergono da 'Export Unchained. Dove la crescita attende il Made in Italy', ultimo Rapporto Export di Sace (Gruppo Cdp), presentato oggi a Napoli. Fiori all'occhiello nel 2016 dell'export campano sono stati il settore degli apparecchi elettrici che ha registrato una crescita del 27,3 per cento, degli apparecchi elettronici che mostrano un più 24,4 per cento e la farmaceutica con un trend positivo del 14,1 per cento, grazie alla domanda che arriva dai Paesi europei fuori dall'area Euro. 
Zoccolo duro dell'export campano sono gli alimentari, il comparto tessile e dell'abbigliamento, i mezzi di trasporto, i prodotti in metallo e l'ambito farmaceutico che rappresentano il 70 per cento delle esportazioni regionali. Sul fronte dei mercati, le mete estere privilegiate che costituiscono quasi la metà del totale dell'export dei prodotti made in Campania sono Francia, Germania e Regno Unito per quanto riguarda i Paesi europei, mentre tra i Paesi extra europei ad amare i prodotti campani sono Svizzera e Stati Uniti. Bene anche le vendite in Paesi dell'Europa dell'est come Polonia, Slovacchia, Repubblica Ceca e Ungheria che pesano per il 5 per cento del totale. A trainare nel 2017 la crescita dell'export campano sono proprio i mercati extra-UE (che nei primi mesi dell'anno hanno registrato un incremento del 6,9 per cento) e il mercato spagnolo dove il made in Campania segna un'impennata di oltre il 40 per cento grazie all'aumento delle esportazioni di mezzi di trasporto (+172,5) e di prodotti alimentari (+36,1). Prosegue invece la flessione delle vendite verso Francia, Germania e Regno Unito iniziata lo scorso anno. Un dato nonostante il quale tutti i principali settori delle esportazioni regionali hanno chiuso i primi sei mesi del 2017 con segno positivo, fatta eccezione per il comparto alimentare in difficoltà a causa della minore domanda che arriva dalle Nazioni dell'Unione europea. Il Rapporto 'suggerisce' alle aziende campane anche i possibili nuovi mercati da aggredire per migliorare ulteriormente le performance. Tra i Paesi che possono offrire alle imprese campane ulteriori opportunità di crescita ''a basso rischio'' sono evidenziati il Giappone e gli Stati Uniti per il comparto alimentare; la Cina e il Perù per le esportazioni di mezzi di trasporto; la Corea del Sud e la Spagna per il tessile e l'abbigliamento; la Polonia e l'Ungheria per le imprese che realizzano prodotti in metallo e infine gli Emirati Arabi Uniti e il Messico per il comparto farmaceutico. Tra i mercati che invece possono risultare più ostili figurano alcuni Paesi del Nord Africa come Libia, Tunisia e Algeria, ma anche la Grecia, la Russia, la Turchia e il Brasile.