Log in
NEWS
Legge di Bilancio, De Vincenti: confermati e rafforzati gli impegni per coesione e Sud Ambrogio Prezioso nuovo Presidente di Confindustria Campania InterArtes 2017, dialoghi tra le arti: si parte con Erri De Luca Lilì Marlene, e la musica si tinge di rosa Anm, conto alla rovescia per la procedura di licenziamento collettivo: domani assemblea dei lavoratori Cisl, Furlan: Da domani una donna alla guida del sindacato in Campania Mozzarella Dop congelata alla conquista dei mercai esteri: nuove polemiche sull'oro bianco campano "Mutui usurari", ecco i dettami della Cassazione Chirurgia, al via oggi a Napoli il Congresso nazionale "Pallottole d'argento" contro il mal di testa: nuova sperimentazione all'Università Vanvitelli di Napoli Camera di Commercio di Napoli, appuntamento con l'Alternanza Day Bnl promuove la "Diversity and inclusion week", eventi gratuiti a Napoli Giocare a pallone allunga la vita delle cellule: lo studio dei ricercatori di Napoli e Copenhagen Gianpiero Falco (Confapi Napoli): Legge Bassanini da rivedere, frena la spesa Ue Rimadesio, il design made in Italy sbarca in Giappone Agroalimentare, da oggi scatta l'obbligo di etichetta per il latte made in Italy Povertà, Italia peggior Paese dell'Europa Occidentale: a rischio quasi uno su tre Campania, si rompe una condotta: stop all'acqua in cinque comuni tra Napoli e Salerno "Carlo Poerio e l'Europa", da oggi via alla mostra dedicata al patriota napoletano Musica, De Sica canta Napoli nella stagione Ico Magna Grecia Una piattaforma digitale per i malati di Sm: il progetto della Federico II vince il Premio Merck Cisl, Annamaria Furlan al congresso regionale della Campania Anche i liberali marciano Terna e Fondazione Cariplo portano anche a Napoli il roadshow per cercare talenti Rfi sigla un protocollo sulla legalità con la Prefettura di Napoli Sailitalia ripropone l'evento Wine & Sail Unicocampania, oltre 107mila richieste di abbonamenti gratis per studenti Porti di Napoli e Salerno, entro fine mese il decreto sulle zone economiche speciali Napoli, Mara Carfagna all'attacco: Via Marina, che disastro Maratona della Salute, Borsacchi vince la Prevention Race Garanzia giovani: 1,2 mln di iscritti, 172 mila lavorano Sindaci donna, maglia nera alla Campania: solo 5 su 100 Forza Italia, parte in Campania la scuola di formazione dei Seniores Credit crunch, prestiti alle aziende giù di oltre 42 mld in un anno Napoli, Bassolino lancia l'hashtag #deMagistrisdicaalsindaco

kimbo shop ildenaro 016

Costruzioni, Campania a picco: 12.000 posti in fumo in un anno

"Il settore delle costruzioni in Campania continua la sua corsa verso il basso. In Campania i dati delle Casse Edili ci consegnano un quadro negativo: nel semestre ottobre 2015 - marzo 2016 gli addetti erano 48.627, nello stesso semestre 2016-2017 sono scesi a 36.751. Nello periodo pre-crisi, ovvero nello stesso semestre 2007-2008 erano 90.360. La massa salari (la ricchezza prodotta in termini di reddito per i lavoratori) nel 2015-16 è stata di 232.060.000, mentre nel 2016-2017, 209.176.000, per una riduzione di 22.884.000, pari al 10% circa. Nello stesso semestre anno 2007-2008 la ricchezza reddituale prodotta dal settore era di 635.270.000 euro, una perdita pari al 33%". E' quanto riferisce il segretario generale della Fillea-Cgil Campania, Giovanni Sannino presentando un report. "Il salario medio lordo semestrale di un operaio edile - precisa Sannino - risulta oggi di 5.688 euro, nel 2016 di 5.104, nel 2010 era di 7.550. Le aziende attive, nel 2016 erano 11.974, oggi sono 10.750: sono scomparse 1224 ditte edili. Nel 2008/2009 le aziende attive erano 16.835, da allora ne sono state cancellate 6.085, a causa degli effetti perversi della crisi, delle difficoltà di accedere al credito, dell'invasività della criminalità camorristica, dei ritardi nei pagamenti della pubblica amministrazione. L'emorragia ha riguardato molte imprese sane e corrette verso le regole". "Le ore lavorate nel 2016/2017 - continua Sannino - sono state 16.632.296, rispetto alle 26.358.000 del 2010/21011 Le ore denunciate nelle Casse Edili risultano non superiori a 80 su base mensile, a fronte delle 176 ore previste dal contratto di lavoro. Tutto ciò palesa una evidente evasione ed elusione da parte delle aziende nei confronti degli Enti di settore e dell'INPS. Come si vede un quadro per niente rassicurante, un'agonia senza fine. Dopo una timida ripresa nell'autunno del 2016, si è ritornati ad un punto di non ritorno, irreversibile, se non si interviene con investimenti, dando operatività ai tanti progetti e programmi annunciati. Dal Patto per la Campania a quello per Napoli, al Grande Intervento di Manutenzione e Sicurezza Casa Italia, al progetto Unesco Centro Storico di Napoli, al piano periferie, all'intervento sull'edilizia scolastica".