Log in
NEWS
Cairano, c'è la Festa del Migrante tra storia, ricordi e tradizione Campania, il Governo impugna la legge sulla sociologia del territorio Atitech, Palmeri: la Regione manterrà gli impegni assunti Cluster tecnologici, nuovo bando Miur: 393 milioni di euro alle Regioni del Sud Confindustria, Srm, Svimez: una rivoluzione è in atto Un'estate letteraria al Blu di Acciaroli Start up innovative, Campania prima regione del Sud con 547 attività Metro, inaugurata l'uscita San Giacomo. Delrio: Napoli città europea Sud, Alemanno (Mns): C'è il disegno di legge per la Macro Regione Confapi Napoli, Marrone contro l'abusivismo balneare: Grave danno alle imprese World top model, a Villa Parthenope 20 ragazze in passerella per il concorso internazionale Vita e Morte di un archeologo Al MANN “Oltre la Mostra” racconta Joachim Winckelmann I migranti del pensiero Garanzia Giovani, il Governo rifinanzia il programma con 1,3 miliardi Governo, 4,5 mln alla Campania per sicurezza edifici scolastici Rifiuti fino alla falda, sigilli a discarica di Casalnuovo In Dl Sud fondi per tribunale di Santa Maria Capua Vetere Pepe in Grani, a Caserta la migliore pizza d'Italia Fondazione Banco di Napoli, critiche interne all'operazione Brs Vodafone a quota 1,3 mld di ricavi. E porta il 4G a Napoli "Ritorno al Cilento", oltre 50mila visitatori per la mostra di Paestum Napoli, locali di via Falcone respingono le accuse Natalia Sanna eletta presidente della commissione regionale pari opportunità Banco di Napoli Fondazione risponde a istanze del ministero Dl Sud, 90 mln per ristrutturate le sedi giudiziarie di Campania, Calabria, Puglia e Sicilia Regione, Consiglio convocato per il 24 e 25 luglio Nicaragua, nuove opportunità di investimento per le imprese campane Monumenti nell'"Iride": scatti in mostra al Consiglio regionale Da affittacamere a produttori di formaggi: la mappa delle imprese nei piccoli Comuni Bankitalia, sale il numero di ricorsi all'arbitro: record in Puglia e Campania Mdp, Todisco primo consigliere regionale: ma resterà in carica solo due mesi Giffoni Innovation Hub sigla intesa con iOS Academy di Napoli Vito Busillo confermato alla vicepresidenza di Anbi Nuovo procuratore di Napoli, la decisione ad agosto Anm, linea bus 621 al posto della funicolare di Mergellina

kimbo shop ildenaro 016

Turismo, indagine UniCredit: Campania regione più visitata al Sud

Il turismo continua a essere un driver decisivo per il nostro Paese. L'industria turistica italiana vale, infatti, oltre 70 miliardi di euro (ovvero il 4,2% del Pil) che salgono a 172,8 miliardi di euro (il 10,3% del Pil) se si aggiunge anche tutto l'indotto. E in questo contesto la Campania con oltre 18,8 milioni di presenze turistiche, si classifica al 7° posto fra le regioni italiane (ai primi posti si confermano il Veneto con 63,2 milioni, la Toscana con 44,3 milioni e la Lombardia con 37,8 milioni). A confermare questi dati e' il Rapporto sul Turismo 2017, curato da UniCredit in collaborazione con Touring Club Italiano, nel quale vengono analizzati i dati piu' recenti e le tendenze del settore turistico sia nel mondo che nel nostro Paese, con un'attenzione particolare alle diverse performance regionali. Il turismo, dunque, si conferma come un settore rilevante nell'economia campana, ancora con grandi potenzialita' e significativi margini di crescita. Per quando riguarda l'offerta ricettiva, nel 2015 la Campania si e' attestata all'11° posto in Italia per numero di esercizi turistici (5.677) e al 9° posto per numero di letti totali (200.585). Nel quinquennio 2010-2015 inoltre l'offerta ricettiva della Campania ha registrato un incremento di letti totali pari allo 0,7% (+3,8% il dato medio Italia). Un dato interessante riguarda poi la distribuzione dei posti letto regionali per tipologia di struttura ricettiva: nel periodo considerato il 60,1% dei posti letto e' stato offerto da alberghi, il 24,1% da campeggi e villaggi turistici, il 4,7% da alloggi in affitto, il 4,1% da B&B, il 3,5% da agriturismi e l'1,4% da altri esercizi ricettivi. Sulla base poi delle presenze turistiche (che nel 2015 sono state oltre 18,8 milioni) la Campania si e' dunque classificata al 7° posto in Italia, con una crescita nel quinquennio 2010-2015 dell'1,6% (+4,6% il dato medio Italia) e prima regione del Sud Italia (Sicilia al 9° posto, Puglia al 12° posto, Calabria al 15° posto, Basilicata al 20° posto). 
Per quanto riguarda invece la distribuzione percentuale delle presenze turistiche nelle province campane risulta in testa Napoli con il 64,3% del dato complessivo regionale, a seguire, vi sono Salerno (30,3%), Caserta (4,1%), Avellino (0,8%) e Benevento (0,5%). Nel Rapporto si evidenziano poi i principali mercati esteri di provenienza che per la Campania nel 2015 sono stati, nell'ordine, il Regno Unito (19,3%), la Germania (14,4%) e gli USA (10,6%). Inoltre, il settore turistico campano ha una quota del 5,2% sul valore aggiunto nazionale, dando lavoro a circa 87.000 addetti (distribuiti fra alloggio e ristorazione) con una quota dell'8,8% sul totale occupati in Italia. Una sezione del Rapporto si concentra poi su "I turismi in Italia". Il modo di fare turismo e' infatti cambiato negli anni: essendo un fenomeno sociale ancor prima che economico, il settore e' influenzato dall'evoluzione dei bisogni dei viaggiatori e da una serie di fattori "esogeni" che hanno effetti combinati sui comportamenti individuali. La tecnologia, ad esempio, ha inciso profondamente nelle modalita' di guardare al mondo dei viaggi ampliando a dismisura la possibilita' di reperire informazioni, rivoluzionando il tradizionale concetto di intermediazione, riducendo di conseguenza l'asimmetria informativa tra produttore e consumatore e offrendo a quest'ultimo la possibilita' di generare contenuti propri e di diffonderli in modo pervasivo attraverso gli strumenti social. Il Rapporto si apre cosi' anche al mondo dei social network e molto interessante e' fra l'altro la sezione dedicata alla percezione dell'ospitalita' in Italia. Sono ormai tantissime le piattaforme che consentono di leggere o rilasciare recensioni su una destinazione turistica o su specifici servizi offerti localmente (dalla ricettivita' alla ristorazione). Si tratta di tasselli digitali che costruiscono giorno dopo giorno la reputazione globale di un territorio che quindi deve essere attentamente gestita.