Log in
NEWS
Chiesa, il vescovo di Pozzuoli disconosce i riti "ecumenici" Gruppo Cualbu, via ai lavori di riqualificazione dell'ex Birreria Peroni Capri Startup Competition, vince Carddia: nuova app per la salute Coolsun, made in Italy le vernici innovative per l'isolamento termico Climathon 2017, al via la maratona degli innovatori per rendere le città più green Vini d'Italia del Gambero Rosso, successo per la Campania Digital City: Bruxelles lancia la sfida per città smart Stefano Caldoro: Più fiducia in Ue grazie a Tajani Enel, nuovo Innovation Hub a Mosca Napoli, allarme smog: divieto di circolazione 3 giorni a settimana ma per i Verdi non basta Crediti ex Equitalia, lo Stato vuole svenderli a banche e finanziarie Gaetano Graziano nell'associazione nazionale Direttori di Centri Commerciali Gennaro Capodanno nuovo presidente dell'associazione "Jacopo Sannazaro" Premio Grassi, martedì la premiazione a Salerno Napoli, Caniglia e Gaudini: Dateci la delega alla gestione delle notti di movida Anicav su etichettatura dei derivati del pomodoro: Svolta storica Teatro, al Nuovo di Napoli il debutto de "Le Serve" Sinfonia d'inverno, grande successo per il charity gala a sostegno del Pausilipon L' Esercito di Terracotta dell'imperatore Quin: prima nazionale a Napoli Il sognatore sveglio, a Castel Nuovo la follia dell’Arte di Antonio Ligabue Sanità responsabile, dibattito con il ministro Lotti Top Italian Restaurant, i migliori chef del Belpaese all'estero per Gambero Rosso Agroalimentare: insetti a tavola dal 1º gennaio, ma il 54% degli italiani dice No Nuovi pianeti, un modello della Nasa per cercare ET Ambiente e lavoro, nuovo bando Uia: Bruxelles cerca città innovative Agroalimentare, Masiello (Coldiretti): Bene etichettatura per i derivati dal pomodoro Ravello, prorogato fino al 4 novembre lo spettacolo "Villa Rufolo mille anni di magia" Da bottega a museo: ecco il nuovo Ospedale delle bambole Città della Scienza, sos Cgil: Lavoratori allo stremo Premio Sepe a Orfeo, Grimaldi e allo show Made in Sud. Lavoro e corruzione i temi al centro della sesta De Luca sulla sanità: Stiamo preparando una grande rivoluzione Premio Sepe, Cutolo di Mcl: Un omaggio ai grandi personaggi di Napoli Debiti Pubblica amministrazione, valgono il 3% del Pil: il doppio della media Ue Mozzarella di bufala campana, nel mondo è conosciuta come Pino Daniele e Cannavaro Isa Yachts del gruppo Palumbo presenta in Florida le sue novità per il mercato mondiale

kimbo shop ildenaro 016

Professionisti della comunicazione, al Nord si guadagna di più


Quanto guadagnano i professionisti della comunicazione? Dove lavorano e con quali mansioni quelli con lo stipendio più alto? Conta più l’esperienza o l’età?
Sono queste le domande alle quali dà una risposta la Guida alle retribuzione dei professionisti nell’ambito marketing e comunicazione realizzata da Spring in collaborazione con Job Pricing che analizza ben 300.000 casi in Italia.

Le differenze regionali sono marcate
A livello regionale, i quadri che operano in Emilia Romagna percepiscono la RAL più alta (56.820 euro l’anno) mentre in Sicilia la più bassa (49.113 euro l’anno), con una differenza di circa  8000 euro l’anno.  Tra gli impiegati invece sono i Lombardi a ricevere lo stipendio più alto (31.800 euro l’anno) e molisani  quello più basso (26.452 euro l’anno, 5300 euro in meno dei colleghi del nord).
In Emilia Romagna il peso della retribuzione variabile è del 9,7% per i quadri  che arrivano a 56820 euro l’anno , mentre gli impiegati guadagnano  poco più di 30 mila euro con una percentuale di compenso variabile del7,7%.

Dall’altro capo della classifica, il Sud
 In Campania un quadro guadagna poco più di 52 mila euro e ha un peso del compenso variabile pari a 9,6%. Un impiegato arriva a percepire  poco più di 28,5 mila euro e una percentuale variabile dell’8,3%.
In Puglia un quadro guadagna oltre 52211 euro annui con l’7,6% di variabile, un impiegato arriva a percepire poco più di 27 mila euro. In Basilicata si sfonda il tetto di 50 mila euro lordi annui per i quadri e dei 26 mila per i dirigenti (peso variabile rispettivamente 7,6% e 7%). Anche in Sardegna si guadagna quasi come in val d’Aosta /oltre 50 mila euro)  e in Sicilia e Calabria, si rimane  sotto intorno ai  50 mila euro l’anno per i quadri  e a 29 mila e 27 mila rispettivamente.