Log in
NEWS
Legge di Bilancio, De Vincenti: confermati e rafforzati gli impegni per coesione e Sud Ambrogio Prezioso nuovo Presidente di Confindustria Campania InterArtes 2017, dialoghi tra le arti: si parte con Erri De Luca Lilì Marlene, e la musica si tinge di rosa Anm, conto alla rovescia per la procedura di licenziamento collettivo: domani assemblea dei lavoratori Cisl, Furlan: Da domani una donna alla guida del sindacato in Campania Mozzarella Dop congelata alla conquista dei mercai esteri: nuove polemiche sull'oro bianco campano "Mutui usurari", ecco i dettami della Cassazione Chirurgia, al via oggi a Napoli il Congresso nazionale "Pallottole d'argento" contro il mal di testa: nuova sperimentazione all'Università Vanvitelli di Napoli Camera di Commercio di Napoli, appuntamento con l'Alternanza Day Bnl promuove la "Diversity and inclusion week", eventi gratuiti a Napoli Giocare a pallone allunga la vita delle cellule: lo studio dei ricercatori di Napoli e Copenhagen Gianpiero Falco (Confapi Napoli): Legge Bassanini da rivedere, frena la spesa Ue Rimadesio, il design made in Italy sbarca in Giappone Agroalimentare, da oggi scatta l'obbligo di etichetta per il latte made in Italy Povertà, Italia peggior Paese dell'Europa Occidentale: a rischio quasi uno su tre Campania, si rompe una condotta: stop all'acqua in cinque comuni tra Napoli e Salerno "Carlo Poerio e l'Europa", da oggi via alla mostra dedicata al patriota napoletano Musica, De Sica canta Napoli nella stagione Ico Magna Grecia Una piattaforma digitale per i malati di Sm: il progetto della Federico II vince il Premio Merck Cisl, Annamaria Furlan al congresso regionale della Campania Anche i liberali marciano Terna e Fondazione Cariplo portano anche a Napoli il roadshow per cercare talenti Rfi sigla un protocollo sulla legalità con la Prefettura di Napoli Sailitalia ripropone l'evento Wine & Sail Unicocampania, oltre 107mila richieste di abbonamenti gratis per studenti Porti di Napoli e Salerno, entro fine mese il decreto sulle zone economiche speciali Napoli, Mara Carfagna all'attacco: Via Marina, che disastro Maratona della Salute, Borsacchi vince la Prevention Race Garanzia giovani: 1,2 mln di iscritti, 172 mila lavorano Sindaci donna, maglia nera alla Campania: solo 5 su 100 Forza Italia, parte in Campania la scuola di formazione dei Seniores Credit crunch, prestiti alle aziende giù di oltre 42 mld in un anno Napoli, Bassolino lancia l'hashtag #deMagistrisdicaalsindaco

kimbo shop ildenaro 016

Case vacanza, metà degli affitti è irregolare: maglia nera alla Campania (3 su 4)

E' già aperta la corsa alla casa per le vacanze. Prima Pasqua, poi i ponti tra fine aprile e maggio, fino all'inizio della stagione estiva. Gli italiani hanno imparato a muoversi per tempo, alla ricerca di prezzi scontati e occasioni da non perdere. Ma, secondo quanto emerge da un'indagine dell'Adnkronos, con la collaborazione di diversi network immobiliari, almeno la metà degli affitti, al mare e in montagna così come nelle città storiche, saranno irregolari. E con i pagamenti in nero sale anche il rischio delle truffe.
Le trattative, quasi sempre, si chiudono online. Sempre più spesso basta una mail, prima ancora che la tradizionale stretta di mano, per chiudere l'accordo diretto con il proprietario di casa. E anche l'intermediazione dei siti specializzati non è garanzia di transazioni trasparenti.
L'allarme per gli affitti in nero riguarda tutto il territorio nazionale, anche se ci sono aree più a rischio, a partire dal Sud e da alcune grandi città, Roma in testa. I dati peggiori sono quelli che arrivano dalla Campania e dalla Sicilia, in cui si stima che tre case su quattro saranno affittate senza alcun contratto; Liguria e Lazio, con Roma che tocca punte vicine al 75%, e la Sardegna vedono la metà degli affitti in nero. Faranno meglio rispetto alla media nazionale la Toscana e, soprattutto, le due regioni 'regine' della montagna, Trentino Alto Adige con una casa su tre non in regola, e la Valle d'Aosta, dove si stima che una sola casa sarà affittata irregolarmente. Sono dati sostanzialmente in linea con la stessa rilevazione effettuata lo scorso anno. A conferma che il fenomeno è ormai abbastanza consolidato.
Insieme agli affitti in nero, arrivano puntuali le truffe. E, secondo quanto riferiscono i network immobiliari interpellati, capita spesso di scoprire l'inganno solo quando inizia la vacanza e si raggiungono i luoghi scelti per trascorrerle: case completamente diverse da quelle viste su internet, condizioni diverse rispetto a quelle pattuite e, nel peggiore dei casi, case inesistenti. Anche in questo caso, il fenomeno assume proporzioni più vistose al Sud e nelle grandi città. Si stima che il 25%, una su quattro, delle prenotazioni effettuate direttamente fra privati, soprattutto tramite internet, sia destinata a riservare sorprese negative. Un dato che in alcune regioni, Campania e Sicilia in testa, sale intorno al 35%, con una casa su tre a rischio truffa.