Log in
NEWS
Terzo settore, finanziamenti agevolati: domande dal 7 novembre Startup Booster 2018, nuovo bando per Pmi e spinoff hi-tech Impact Connected Car: fino a 60mila euro a fondo perduto per 60 Pmi Agroalimentare campano in Mostra a Gustus, via al bando per le Pmi: domande entro il 31 ottobre Dai giovani alle imprese: ecco la Manovra del Governo per il Sud Zone economiche speciali, De Vincenti: Campania molto avanti nelle proposte Fondazione Idis, Cgil: Regione assente, salta L'incontro Anm, De Luca: Regione darà 58 mln per i prepensionamenti De Luca su codice Anticorruzione: E' una vergogna Porto di Salerno, Gallozzi: Preoccupati dal blocco delle opere Unione Industriali di Napoli, lunedì la presentazione della partnership con Elite Mediterraneo, Rapporto Srm: crescono i Paesi dell'area Mena, nuove opportunità per le Pmi del Sud Il “guastatore” e l'instabilità del sistema di potere L'importanza di un'Europa unita dall'industria E-Distribuzione porta la rete elettrica hi-tech in provincia di Avellino Carceri, il Garante dei detenuti: In Campania mancano 400 agenti L'apertura culturale dell'innovazione aperta Cpl, convenzioni con Consip per la fornitura di energia a Campania e Lazio Intimissimi sbarca negli Usa: primo store a New York Dario Oropallo rappresentante del Comune nella Fondazione Banco Napoli Confindustria, Boccia: Uniti con i nostri colleghi tedeschi nel chiedere politiche di sviluppo L'ambasciatore giapponese sui piani di Hitachi Rail, interesse crescente per la Campania All'ambasciata spagnola di Roma il punto sul conflitto con la Catalogna Real Sito di Carditello, accordo con il Touring Club per la promozione della Reggia Busitalia si rinnova: da oggi 24 nuovi mezzi per la flotta di Salerno Anm, accordo raggiunto "con riserva" dei sindacati Suor Orsola Benincasa, oltre 700 partecipanti alla prima edizione dei Job Days Campi Flegrei, individuata la “zona calda” che causò i terremoti degli anni Ottanta BL è a mille, successo per il nuovo store di Claudia Catapano Penisola Sorrentina, riconoscimento speciale all’artista sannita Giuseppe Leone Totò, a New York un docufilm dedicato al principe della risata "Fantasy Day", quattro giorni di eventi a Villa Bruno Ettore Mocella riconfermato alla guida di Confartigianato Campania Confindustria Benevento, successo per "Visit Beneventum" al Ttg di Rimini Il mercato del gioco online: i trend del 2017

kimbo shop ildenaro 016

Stranieri, rapporto Censis: senza migranti interi paesi a rischio spopolamento. A Napoli 24.340 residenti in più in 5 anni

Gli stranieri antidoto al rischio spopolamento. In una Italia in declino demografico, con un numero di nati mai così basso dal 1861, ci sono 841 comuni in cui nell'ultimo quinquennio (2010-2015) la popolazione è cresciuta esclusivamente grazie agli immigrati. In questi comuni, che si trovano in ogni area del Paese e hanno dimensioni diverse, risiedono quasi 13,9 milioni di abitanti, ovvero il 23% della popolazione. E' quanto emerge da un'analisi del Censis, che segnala però anche un altro fenomeno: anche gli stranieri cominciano a fare meno figli. Le crescite maggiori si sono verificate a Collegiove nel Lazio (dove la popolazione nei cinque anni è aumentata del 13,3%), Camini in Calabria (+12,8%), Baranzate in Lombardia (+10%). Ma non sono solo i comuni piccoli e medi ad aver beneficiato della presenza degli stranieri. Senza immigrati, negli ultimi cinque anni 51 dei 144 comuni italiani con più di 50.000 abitanti avrebbero sofferto di una contrazione demografica. Nel quinquennio a Bologna la popolazione cresce di 17.010 residenti, ma i cittadini italiani sono 596 in meno e gli stranieri 17.606 in più. A Torino si contano 16.209 residenti in più come risultato di una crescita di 28.780 stranieri e una diminuzione di 12.571 italiani. A Napoli i residenti aumentano di 11.413 unità, frutto di un incremento di 24.340 stranieri e di una diminuzione di 12.927 italiani. In termini percentuali, nel periodo le variazioni maggiori si registrano in tre grandi comuni della Lombardia. A Sesto San Giovanni, nonostante la diminuzione dei cittadini italiani, la popolazione complessiva è aumentata del 6,9%, a Pavia del 5,9%, a Cinisello Balsamo del 5,7%. Sono comunque soprattutto i comuni ultraperiferici,cioè distanti almeno 75 chilometri dai poli urbani maggiori, ad essere a rischio estinzione senza migranti, secondo il Censis. In questi comuni minori, dove vivono più di 923.000 abitanti, negli ultimi cinque anni i residenti italiani sono diminuiti di oltre 10.000 unità, mentre gli stranieri sono cresciuti di oltre 13.700, garantendo così un saldo demografico positivo di 3.685 abitanti e quindi una crescita della popolazione dello 0,4%. Fra questi comuni minori, che crescono esclusivamente grazie alla popolazione straniera, che ha compensato l'emorragia di italiani, si trova Ischitella in provincia di Foggia, dove gli immigrati residenti sono 278, cresciuti del 186% nei cinque anni. Poi Sant'Arcangelo in Basilicata, dove vivono 370 migranti, che sono aumentati del 94,7% dal 2010. Poi ancora alcune isole che sono meta di turisti: Ventotene, dove ci sono 91 stranieri su 739 residenti, Isola del Giglio, dove ci sono 129 stranieri su 1.442 residenti, e Pantelleria, con 549 stranieri su 7.701 abitanti. Intanto le nascite di figli di coppie immigrate si stanno però riducendo e nell'ultimo anno crollano rovinosamente. Si è passati dai 72.096 nati da entrambi i genitori stranieri del 2015 ai 61.000 stimati del 2016, con una riduzione del 15,3%, assai superiore a quella dei nati da donne italiane, fra le quali le nascite si sono ridotte del 2,4%. Il risultato è che il tasso di fecondità delle donne straniere negli ultimi cinque anni si è ridotto da 2,4 a 2,0 figli per donna, e l'età media al primo parto è arrivata a 28,7 anni, più vicina ai 32,3 anni delle italiane. Un fenomeno su cui il Censis offre una lettura: la debolezza delle politiche familiari sta scoraggiando anche gli immigrati, che vedevano nei figli uno strumento di crescita e di riscatto sociale.